Globe Soccer Awards, a Cristiano Ronaldo il premio più ambito

0
260

Globe Soccer Awards, a Dubai sotto la regia della Fifa assegnati i premi dell’anno e del secolo: Cristiano Ronaldo vince quello più ambito

(Screenshot Sky Sport)

Come ogni anno la stagione del calcio finisce a Dubai. Ma il 2020 è speciale, non  solo per la pandemia che ha di fatto cancellato l’edizione del ‘Pallone d’Oro’. E così tutta l’attenzione era sugli Emirati che hanno incoronato con il Globe Soccer Awards il giocatore, l’allenatore, la squadra e il club dell’anno ma anche del secolo, inteso come Ventunesimo.

Protagonista della serata Cristiano Ronaldo. Prima si è dovuto inchinare, come da pronostico, al polacco Robert Lewandowski eletto come ‘miglior giocatore dell’anno’. Poi però ha preso la sua rivincita ritirando il premio come ‘miglior giocatore del secolo’ davanti all’eterno rivale Leo Messi (e a Mohamed Salah).

Un sorriso misto tra soddisfazione e orgoglio prima dei ringraziamenti a chi l’ha votato, a chi ha giocato insieme a lui da quando è professionista, ai club in cui è cresciuto e alla sua famiglia. “Un grande traguardo che mi dà lo stimolo per andare avanti. Non è facile stare al vertice per così tanti anni ma i numeri parlano da soli. Sono stato nominato anche tra i migliori 11 di sempre del Pallone d’Oro. È un onore”.

L’attaccante juventino ha anche confessato che spera di vedere gli stadi di nuovo pieni, perché gli mancano il calore dei tifosi e persino i fischi. Per questo il suo auguro è che il 2021 sia veramente un anno nuovo per tutti, anche per il calcio.

Twitter Globe Soccer

Globe Soccer Awards, tutti gli altri premi della serata: Leo Messi grande assente

Ma nella serata di Dubai c’è stata gloria per tutti. Oltre a Ronaldo e a Lewandowski, Pep Guardiola è stato nominato miglior allenatore del ventennio, così come il Real Madrid miglior club e Jorge Mendes (colui che segue CR7, José Mourinho e molti altri) miglior agente.

Invece i premi per l’ultima stagione sono andati tutti in Germania: Flick, allenatore del Bayern Monaco, migliore tra gli tecnici (nei primi tre anche Gian Piero Gasperini) e il Bayern Monaco tra i club. Infine premi alla carriera a Gerard Piqué, che è ancora in carriera, e Iker Casillas costretto invece a smettere dopo l’infarto che l’ha colpito quando era al Benfica.

Twitter Globe Soccer

Grande assente della serata, Leo Messi. Forse già sapeva che questa volta nel testa a testa di sempre sarebbe stato premiato il suo grande rivale. Di sicuro ha un problema alla caviglia destra che sta curando nella sua Argentina dove è attualmente in vacanza.