Roma, futuro di Zaniolo a rischio. Fonseca lo aveva avvertito: “Non mi piace il suo atteggiamento”

0
178

La questione legata alla separazione di Zaniolo dalla sua ex incinta continua a tenere banco. E anche Fonseca lo aveva criticato

Nicolò Zaniolo
web source

La situazione legata alla vita privata di Nicolò Zaniolo non accenna a placarsi. Tutto è nato da quando il centrocampista della Roma, fermo ai box per la rottura del legamento crociato, ha ufficializzato la sua storia d’amore con l’attrice e modella rumena Madalina Ghenea lasciando, di fatto, la sua ex Sara Scaperotta.

Fin qui tutto bene: sembra la classica storia di due ragazzi giovani che si lasciano, con lui che perde la testa per un’altra. Il problema sorge qualche ora dopo quando alcuni giornali di gossip rilanciano la notizia che Sara è incinta e Nicolò conferma, dichiarando di volersi assumere le sue responsabilità.

Ad aumentare le polemiche ci ha pensato anche la zia di Sara che in una lunga intervista a giornalettismo.com ha rivelato dei particolari davvero sorprendenti e che buttano ombre e fango sul calciatore. Per esempio pare che non fosse la prima volta che la ragazza fosse rimasta incinta. Per non parlare, sempre secondo il racconto della zia, del trattamento ricevuto da Sara dopo la notizia della seconda gravidanza: cacciata di casa e comunicazioni interrotte, oltre poi a scoprire sui social la nuova fiamma di Nicolò.

Così Fonseca rimproverava Zaniolo a luglio

Paulo Fonseca
web source

I comportamenti fuori gli schemi di Zaniolo cominciano a essere davvero tanti, vista anche la sua giovane età e la sua ancor breve carriera. E potrebbero precludergli anche il suo futuro con la Roma. C’è stato, ad esempio, il caso in Nazionale che lo vide coinvolto insieme al suo compagno Kean e che gli causò l’esclusione dal gruppo per due partite.

Oppure la “paparazzata” durante la prima ondata del Covid, dove fu beccato all’interno di una discoteca romana senza mascherina e con una sigaretta in bocca. E anche in campo a volte Zaniolo ha mostrato qualche comportamento sbagliato.

Parliamo di luglio, al termine di Roma-Verona, quando fu il suo compagno Mancini a rimproverarlo in campo per non aver rincorso un giocatore avversario con il risultato in bilico. Ne nacque una discussione che venne poi accentuata dalle parole di Paulo Fonseca in conferenza stampa.

Il tecnico portoghese, in quell’occasione, criticò il talentino giallorosso: “Zaniolo deve fare di più per aiutare la squadra e oggi non lo ha fatto. Deve capire che quando entra deve lavorare per il gruppo, non sono soddisfatto del suo atteggiamento di questa sera”.