GTA VI è quasi pronto: l’ultima notizia arriva da due insider

0
216

GTA VI potrebbe vedere la luce prima del previsto. Secondo gli ultimi rumors lo sviluppo del gioco è in fase avanzata

GTA 6
web source

L’attesa per il nuovo Grand Theft Auto potrebbe essere inferiore a quanto previsto. Secondo gli ultimi rumors infatti il sesto capitolo della saga è in fase di sviluppo avanzato e potrebbe arrivare sugli scaffali e negli stores online a breve.

Ovviamente si tratta solo di un’indiscrezione ma secondo alcuni insider noti come Tez2 e Yan2295 la Rockstar, per dedicarsi totalmente al nuovo progetto, ha interrotto quello dedicato a Bully 2. La pre-produzione di GTA VI risale al 2015 e durante lo stesso periodo i programmatori si stavano dedicando anche a Red Dead Redemption 2 e al sequel di Bully.

Nel 2018 invece Bully 2 è stato definitivamente rimandato (o addirittura cancellato del tutto) proprio per dare spazio agli altri due videogame. Allo stato attuale GTA 6 sarebbe arrivato al 70% dello sviluppo, notizia decisamente opposta rispetto a quanto annunciato da Bloomberg che parlava di un gioco solamente agli inizi.

GTA VI, personaggi e città del nuovo capitolo

Max Payne a Rio
web source

Indipendentemente da quando uscirà il gioco, sono già trapelate alcune indiscrezioni su luoghi e personaggi che ci terranno compagnia sulle console di nuova generazione e sui pc più potenti.

La storia di GTA VI sembra proprio che sarà costruita intorno al personaggio di Ricardo, che dovrà fare carriera nel mondo criminale iniziando da semplice corriere della droga fino ad arrivare ad essere un temuto boss. Tra i personaggi confermati c’è anche Martin Madrazo e la sua famiglia, presenti anche nell’ultimo colpo di GTA Online “Cayo Perico Heist”.

Per quanto riguarda le ambientazioni invece la storia si svolgerà nella ben nota Vice City, ma ci sarà anche una città basata su Rio de Janeiro in Brasile. Ci attendono quindi sparatorie in favela come in Max Payne 3, poi si farà anche qualche capatina a Liberty City con missioni che però non renderanno il territorio esplorabile in stile open world.