Camorra, scarcerati a Napoli tre nipoti del boss Michele Zagaria

Napoli, camorra: scarcerati i tre nipoti del boss Michele Zagaria. Erano stati arrestati nell’ambito di un’indagine della Dda di Napoli

Camorra, scarcerati a Napoli tre nipoti del boss Michele Zagaria
Camorra, scarcerati a Napoli tre nipoti del boss Michele Zagaria (websource)

Tornano in libertà a Napoli i tre nipoti del super boss della camorra, Michele Zagaria: i tre sono stati arrestati nelle scorse settimane dai carabinieri del ROS. Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Dda di Napoli. Il motivo è l’infiltrazione dei clan nella distribuzione alimentare, un business sempre appetito dalla camorra.

L’organizzazione criminale, di fatto, controllava diverse e importanti catene di supermercati della provincia di Napoli e Caserta. Ora, però, i tre sono stati scarcerati. Perché il Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare per Filippo Capaldo, figlio di Beatrice Zagaria, sorella di Michele. Lui è considerato il successore designato dal capo.

Carabinieri di Lucca
web source

Camorra, gli eredi del super boss Zagaria tornano in libertà

Con lui sono tornati in libertà anche Nicola e Mario Francesco, i due fratelli che gestivano (sempre tramite prestanomi) attività di produzione di prodotti alimentari. Questi andavano a rifornire i supermercati gestiti dal fratello Filippo.

Nel mirino la catena “Pellicano”, presente soprattutto nel casertano: il titolare Paolo Siciliano, imprenditore. Anche lui è stato anch’esso arrestato. Ora la sua posizione sarà discussa dal Riesame in questi giorni. Sono tornate libere anche le “contabili“, vale a dire Michela Di Nuzzo e sua madre, Viola Ianniello.