Adriano Celentano, parole dure contro Giletti e Formigli

Adriano Celentano si è scagliato contro Corrado Formigli e Massimo Giletti: “Se fossi Cairo, vi licenzierei, non date mai spazio ai no vax”

Adriano Celentano è tornato a parlare e, come spesso succede, fa discutere. Il cantante milanese si è scagliato contro due giornalisti di La7, Corrado Formigli e Massimo Giletti. Lo ha fatto attraverso la propria pagina Instagram, scrivendo un lungo post nel quale ha attaccato i due volti di punta della rete di Urbano Cairo.

Adriano Celentano
web source

Massimo Giletti, infatti, è alla conduzione del contenitore domenicale e va in onda in prima serata con il programma Non è l’Arena. Corrado Formigli, invece, conduce Di Martedì, in onda il martedì in prima serata, e Piazzapulita, in onda il giovedì sera, sempre in prima serata. Si tratta delle trasmissioni più seguite di La7.

Il “molleggiato” ha attaccato i due giornalisti perché non darebbero sufficiente spazio a coloro che sono contrari o scettici nei confronti dei vaccini. Ecco cosa ha scritto Adriano Celentano su Instagram e perché ce l’ha tanto con Corrado Formigli e Massimo Giletti.

Adriano Celentano contro Giletti e Formigli: “Più spazio ai no vax”

Adriano Celentano ha fortemente criticato due giornalisti di La7. Si tratta di Massimo Giletti e Corrado Formigli, volti di punta della rete di proprietà di Urbano Cairo. I due giornalisti sono stati accusati da Celentano di dare poco spazio a chi è contrario ai vaccini e di trattarli con troppa sufficienza.

Adriano Celentano ha accusato Formigli e Giletti di aver dato vita a diverse trasmissioni (quattro in totale secondo il ragazzo della Via Gluck) nelle quali venivano invitati esponenti no vax senza dargli la possibilità di spiegare le proprie tesi. Queste persone sarebbero state invitate soltanto per rispettare una sorta di par condicio.

Ecco il post di Adriano Celentano: “Qualche parola di conforto a Formigli e all’amico Giletti. Da tempo seguo le vostre trasmissioni poiché le ritengo interessanti e al tempo stesso educative, specie in questo, di periodo, che se non stiamo attenti, l’amara sorpresa potrebbe coglierci da un momento all’altro”.

Celentano continua, dichiarandosi favorevole ai vaccini ma chiedendo che venga dato più spazio anche a coloro che non hanno intenzione di vaccinarsi: “Per cui è giusto invitare e sentire anche la voce di chi è contrario ai vaccini. Personalmente io credo che al momento non ci sia altra soluzione all’infuori del vaccino”.

Poi si rivolge direttamente a Formigli, accusandolo di essere scorretto: “Ma poiché come anche tu Corrado, hai detto ieri sera, il popolo dei ‘contrari’ sta aumentando, quindi è più che giusto accoglierli e sentire anche la loro campana. Però fatecela sentire la loro campana. Invece voi scorretti cosa fate: li invitate, tanto per far vedere che siete democratici, e appena aprono bocca li assalite, offendendoli e lasciando che le voci si sovrappongano senza permettere al pubblico a casa di capire in che modo la loro ricetta sarebbe meglio del vaccino”.

Infine Adriano Celentano ha voluto invitare Urbano Cairo a licenziare i due giornalisti. “Mi dispiace ragazzi, ma avete ancora tanto da imparare”, ha concluso l’ottantatreenne cantautore milanese, invitando il proprietario di La7 a non aspettare che vadano in onda altre trasmissioni come quelle che sono andate in onda nelle ultime settimane. Parole che, come sempre, faranno discutere molto.