lunedì, Aprile 19, 2021

Ultimi articoli

“Da noi a ruota libera” | Alberto Matano trattiene a stento le lacrime: “Mi è arrivato il messaggio”

Ospite a Da noi a ruota libera, il conduttore di La vita in diretta Alberto Matano si è lasciato trasportare alle sue emozioni. Visualizza questo...

Isola dei Famosi, le prime parole di Brando Giorgi: “Non vedo l’ora di difendermi in studio”. Le sue condizioni

Brando Giorgi, l'ex leader auto isolatosi all'Isola dei Famosi, dopo aver abbandonato per cause di forza maggiore fa il suo ritorno sulle scene.Alzi la...

Giorgio Mastrota e i suoi amori: ecco tutte le relazioni del “re delle televendite”

Che Giorgio Mastrota sia il "re della televendita" è innegabile: conoscevi, però, la sua vita sentimentale? Ecco tutto quello che c'è da sapere.Le sue...

Domenica Live, Barbara d’Urso riceve Akash Kumar in studio: che lezione

Akash Kumar a Domenica Live ha deciso di fare il punto della situazione su tutto ciò che lo riguardava. Barbara d'Urso non si è...

È morto Mirko Pavinato, capitano del Bologna che vinse dopo un episodio inedito

È morto Mirko Pavinato. Aveva vinto da capitano lo storico scudetto del Bologna del 1964. Aveva 86 anni ed aveva contratto il Covid-19

Bologna piange il capitano dello storico scudetto del 1964, il settimo ed ultimo tricolore conquistato dalla squadra rossoblù. Pavinato aveva 86 anni ed è morto a causa di problemi renali che si sono aggravati dopo aver contratto il Covid-19. Era stato il capitano di quella squadra che si aggiudicò lo scudetto dopo uno scontro infinito contro l’Inter di Helenio Herrera.

Mirko Pavinato
web source

Il Bologna è sceso ieri sera in campo allo Stadio Diego Armando Maradona indossando il lutto al braccio, in onore di Mirko Pavinato. Le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio. Il match è terminato 3-1 a favore dei partenopei, con goal di Insigne (doppietta), Osimhen e Soriano. I ragazzi di mister Sinisa Mihajlovic non sono riusciti, dunque, a dedicare al vecchio capitano scomparso un risultato positivo.

Ma scopriamo qualcosa in più sulla carriera di Mirko Pavinato e sullo scudetto del 1964. In quella squadra c’erano diversi campioni ma la vittoria arrivò grazie ad un episodio che si è visto raramente nel campionato italiano.

Mirko Pavinato, biografia, carriera e curiosità sullo scudetto del ’64

Mirko Pavinato è morto all’età di 86 anni. Era nato a Vicenza il 20 giugno 1934. Cresciuto nelle giovanili del Lanerossi Vicenza, ha debuttato in prima squadra nel corso della stagione 1953/54, giocando da difensore centrale. È stato uno dei protagonisti della storica promozione in Serie A, avvenuta nel 1955.

Dopo un anno in Serie A con il Vicenza, è passato al Bologna, dove ha giocato gli anni più importanti della sua carriera. Con il club felsineo ha collezionato 264 presenze in campionato in dieci stagioni, senza mai segnare una rete. Proprio la sua lunga militanza con la squadra bolognese gli ha permesso di indossare la fascia di capitano.

Pavinato
web source

In quel periodo il Bologna era una delle migliori squadre d’Italia e spesso riusciva a concludere il campionato di Serie A nelle prime cinque posizioni in classifica. Mirko Pavinato è stato uno dei protagonisti, nonché capitano, della squadra che ha vinto lo scudetto nella stagione 1963/64. Lo scudetto è stato raggiunto dopo una estenuante battaglia contro l’Inter di Helenio Herrera, che in quel periodo storico era una delle squadre più forti d’Europa.

Proprio l’Inter nel 1962 aveva offerto 300 milioni di lire per portarlo in nerazzurro, una cifra incredibile all’epoca. Ma Pavinato preferì restare al Bologna, rifiutando l’offerta di Angelo Moratti. E fece bene, perché dopo due anni arrivò un incredibile scudetto, che il club rossoblù non vinceva da tantissimi anni. Erano infatti 23 anni che la squadra emiliana non vinceva il tricolore.

Lo scudetto del 1964 è rimasto nella storia perché è stato assegnato dopo uno spareggio. Inter e Bologna, infatti, hanno concluso la stagione a quota 54 punti. All’epoca non si avvantaggiava una squadra grazie alla differenza reti e quindi fu obbligatorio organizzare uno spareggio tra le due squadre a pari merito.

Lo spareggio si giocò a Roma il 7 giugno 1964, con partita secca. Il Bologna prevalse sull’Inter con il risultato di 2-0 e vinse lo scudetto. Segnarono Fogli e Nielsen, attaccante danese capocannoniere della squadra con 21 goal. In quella squadra giocava anche Giacomo Bulgarelli, un’altra indimenticata bandiera del Bologna. Bulgarelli è scomparso nel 2009 e ha vestito i colori rossoblù dal 1959 al 1975, collezionando 490 presenze totali e 56 goal.

Negli ultimi due anni di carriera Pavinato ha giocato nel Mantova, vincendo un campionato di Serie C nel 1967. Al termine della carriera da calciatore ha allenato il San Marino nella stagione 1971/72, per poi occuparsi di altro. Ha collezionato anche 4 presenze con l’Italia B tra il 1955 e il 1956. Il Bologna lo ha ricordato indossando il lutto. Il club felsineo ha anche postato un ricordo di Pavinato sulle proprie pagine social: “Tutto il Bologna Fc 1909 si stringe alla famiglia Pavinato nel ricordo commosso di un uomo che ha fatto la storia del nostro Club. Addio Capitano”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bologna Fc 1909 (@officialbolognafc)


Latest Posts

“Da noi a ruota libera” | Alberto Matano trattiene a stento le lacrime: “Mi è arrivato il messaggio”

Ospite a Da noi a ruota libera, il conduttore di La vita in diretta Alberto Matano si è lasciato trasportare alle sue emozioni. Visualizza questo...

Isola dei Famosi, le prime parole di Brando Giorgi: “Non vedo l’ora di difendermi in studio”. Le sue condizioni

Brando Giorgi, l'ex leader auto isolatosi all'Isola dei Famosi, dopo aver abbandonato per cause di forza maggiore fa il suo ritorno sulle scene.Alzi la...

Giorgio Mastrota e i suoi amori: ecco tutte le relazioni del “re delle televendite”

Che Giorgio Mastrota sia il "re della televendita" è innegabile: conoscevi, però, la sua vita sentimentale? Ecco tutto quello che c'è da sapere.Le sue...

Domenica Live, Barbara d’Urso riceve Akash Kumar in studio: che lezione

Akash Kumar a Domenica Live ha deciso di fare il punto della situazione su tutto ciò che lo riguardava. Barbara d'Urso non si è...

Da non perdere

“Avanti un altro..pure di sera” | La sfida di Paolo Bonolis, ‘Vizi’ contro le ‘Nuove frontiere’: gli ospiti

"Avanti un altro.. pure di sera", le anticipazione della seconda puntata  in onda oggi in prime time su Canale 5 Dopo il clamoroso successo della...

Punto Z, Tommaso Zorzi svela chi avrebbe voluto che vincesse il Grande Fratello Vip

Tommaso Zorzi finisce di nuovo in tendenza, non si fa altro che parlare di lui, e questa volta ha svelato chi voleva vincesse il...

Amici 20, la figlia di Veronica Peparini balla sul palco: lacrime in studio

Grandissima emozione per la coreografia di Veronica Peparini ballata dalla figlia Olivia con la concorrente Giulia. La mamma e i giudici in lacrime La puntata...

LOL, pronta la seconda edizione: chi sono i nuovi comici che parteciperanno. Le indiscrezioni

LOL 2 stagione cast: contattati i nuovi comici, ecco chi sono. Dopo il grande successo Amazon Prime è già al lavoro sulla nuova edizioneLa...

Rettore ospite a Domenica In: la sua difficile esperienza con la malattia

Donatella Rettore sarà ospite oggi, domenica 18 aprile 2021, a Domenica In con Mara Venier. L'artista racconterà la sua esperienzaDonatella Rettore sarà una degli...