Rita Dalla Chiesa sul caso Denise Pipitone: “Conosco molto bene l’omertà, non me lo aspettavo”

Nella puntata di ieri de “La vita in diretta”, Rita Dalla Chiesa ha espresso la suo opinione sulla vicenda di Denise Pipitone. Cosa ha detto.

rita dalla chiesa
(fonte: web source)

Ospite di Alberto Matano nella puntata di ieri de La vita in diretta, la famosissima giornalista e conduttrice di Forum ha espresso il suo punto di vista su una delle pagine nere della storia italiana.

Parliamo del caso della piccola Denise Pipitone, balzato nuovamente agli onori della cronaca a causa di alcuni sviluppi e che ha riaperto una ferita mai chiusa nel cuore degli italiani.
Ecco che cosa ha detto la famosa giornalista, ieri.

Rita Dalla Chiesa su Denise Pipitone: “C’è stato il gelo”

Conosco molto bene l’omertà. Ieri ho visto quella piazza che era sì piena, ma non come mi sarei aspettata, soprattutto dopo l’appello del vescovo. C’è stato il gelo, nessuno ha parlato, anche se io spero che la svolta generazionale a Mazara… Perché magari i giovani sono più motivati a parlare.

Queste sono le parole di Rita Dalla Chiesa, giornalista RAI famosissima e conduttrice del programma Forum.
Ospite ieri durante il salotto pomeridiano di Rai Uno, Una vita in diretta, Rita Dalla Chiesa ha commentato le ultime notizie riguardanti il caso di Denise Pipitone.

LEGGI ANCHE –> Denise Pipitone, riaperte le indagini. Spunta una taglia da capogiro

Il caso, fomentato anche dalle ultime notizie del presunto ritrovamento di Denise poi smentito dalle analisi del sangue, ha conosciuto una nuova fama.
Adesso, però, sembra che la vicenda, grazie all’enorme interesse mediatico, possa finalmente risolversi o, quantomeno, fare dei passi avanti.

Nuovi sopralluoghi (principalmente alla vecchia casa di Anna Corona, ex moglie del padre di Denise Pipitone ed indiziata), appelli straordinari e “taglie“, confessioni e ritrattazioni dell’ultimo minuto.
Insomma: la situazione, ultimamente, sembra essersi movimentata non poco nonostante siano passati 17 anni dai fatti.

A Mazara del Vallo, ovviamente, il caso di Denise Pipitone è sentito in maniera ancora più preponderante e pesante.
Nella giornata del 5 Maggio 2021, quindi, è stata organizzata una fiaccolata in ricordo di Denise.

Questa piazza così piena, nel rispetto delle norme anti Covid-19, stasera vuole dire che è ora di finirla. Chi ha rubato Denise si ricordi che sono uomini e donne. Se hanno un cuore diano finalmente pace ai genitori e a tutta l’Italia intera. Rompano il silenzio
Questo l’appello di monsignor Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo.

Sono 500 le persone di Mazara che hanno partecipato alla fiaccolata in ricordo della piccola Denise ma, purtroppo, le risposte non sono ancora arrivate.
In riferimento all’appello del vescovo, quindi, Rita Dalla Chiesa ha esibito la sua perplessità riguardo “il gelo” calato nella piazza.

A detta della famosa giornalista, quindi, saranno le nuove generazioni, forse a dare una svolta a questa brutta vicenda.
Di certo, in questo piccolo paesino, ormai l’omertà sembra aver vinto anche se i segnali ci sono:

Questi 17 anni sono diventati insopportabili c’è una Mazara che non sopporta più e che insieme ai genitori vuole la verità.

Le parole del sindaco di Mazara sono dure ma speranzose. Forti anche le parole di Piera Maggio:

Fatevi coraggio, non potete tenervi sulla coscienza cosa è successo. Denise è figlia di questa città e dobbiamo proteggerla” e quelle dell’avvocato Giacomo Frazzita che sostiene di sapere che la verità sia nascosta nella piccola cittadina.

Che il “gelo” di cui parla anche Rita Dalla Chiesa inizi a sciogliersi?