Marilyn Manson, mandato d’arresto per aggressione ad un video reporter: “L’accusa è ridicola”

Marilyn Manson rischia l’arresto dalla polizia del New Hampshire per aver aggredito un video reporter durante un concerto.

Marilyn Manson
(fonte: web source)

Marilyn Manson è uno dei cantanti metal più iconici; personaggio veramente strano e quasi da far paura.

In questi ultimi mesi è stato denunciato per molestie sessuali da svariate donne e uomini, ma il mandato di oggi non c’entra con questo tema. “Le presunte aggressioni non sono di natura sessuale” dice la polizia che ha emesso il mandato.

La polizia del New Hampshire ha fatto il mandato d’arresto per aggressione di classe A per un concerto tenuto nell’agosto del 2019.

Vediamo quale è stata l’aggressione e cosa ha risposto l’avvocato di Marilyn Manson:

Marilyn Manson
(fonte: web source)

La polizia del New Hampshire ha detto che il cantante ha assalito un videografo e che adesso rischia una condanna inferiore a un anno e una multa pari a 2mila dollari.

Brian Hugh Warner (ovvero Marilyn Manson) così come il suo agente e avvocato, è a conoscenza da tempo del mandato di cattura pendente su di lui” scrive il Dipartimento di polizia. Marilyn dovrebbe solamente andare in New Hampshire e rispondere alle accuse.

Il motivo del mandato è il fatto che il cantante abbia sputato sull’obiettivo di una videocamera che proiettava le immagini sul palco. La saliva di Manson avrebbe colpito il videoreporter e da qui è partita la denuncia. L’uomo non ha portato a casa ferite, ma giustifica l’accusa dicendo che era “un contatto fisico non richiesto“.

Marilyn Manson nei guai: parla il suo avvocato

Il legale del cantante Howard King ha risposto alle dichiarazioni della polizia dicendo che Warner è a conoscenza da tempo del mandato di cattura, ma che non ha intenzione di andare a difendersi nel New Hampshire.

L’avvocato ha anche aggiunto che Marilyn ama divertirsi sul palco e giocare con le telecamere ed inoltre trova l’accusa inconcludente. “Un operatore videolocale… ha chiesto il risarcimento di oltre 35mila dollari” per due gocce di saliva.

L’accusa è ridicola” sottolinea Howard e conclude dicendo “Abbiamo chiesto prove dei danni provocati” ma la risposta non è ancora arrivata.

Alla fine non credo proprio che il video reporter otterrà quella somma di denaro, ma c’è gente che al suo posto non si sarebbe lavata il braccio per settimane per avere quel ricordo di Marilyn Manson