Marina Giulia Cavalli: dal successo di Un posto al sole al terribile dramma

Marina Giulia Cavalli: dal successo di Un posto al sole al terribile dramma. Da quel giorno tutto è cambiato per l’attrice della “soap”

Marina Giulia Cavalli: dal successo di Un posto al sole al terribile dramma
Marina Giulia Cavalli: dal successo di Un posto al sole al terribile dramma (websource)

Marina Giulia Cavalli è un volto noto della tv, e in particolare di chi segue “Un Posto al Sole”. La popolarissima “soap” di Rai 3 va in onda, ormai, da decenni ed è entrata nel cuore degli spettatori. Con essa anche i suoi protagonisti, che da anni fanno compagnia al pubblico nell’ora di cena con le loro vicende familiari. Tuttavia, dietro ogni personaggio c’è un attore che ha una sua storia personale, stavolta autentica e reale.

Tra queste anche Marina Giulia Cavalli, una delle protagoniste storiche di “Un Posto al Sole”, che interpreta Ornella. La donna alcuni anni fa, nel 2015, è stata colpita da un lutto gravissimo. Sua figlia Arianna Alpi, nata dalla relazione con l’ex marito Roberto Alpi, anche lui attore) è stata stroncata da una grave forma di leucemia a soli 21 anni. Di recente l’attrice è stata ospite da Barbara d’Urso dove ha raccontato la sua particolare esperienza.

Leggi anche – Milly Carlucci, dagli scintillii di Ballando con le Stelle al dramma della malattia incurabile

L’attrice di un Posto al Sole spiega come ha affrontato un terribile lutto

In pratica, l’attrice ha provato la “scrittura automatica” per comunicare con i defunti. Lei stessa ha spiegato che per qualche mese è riuscita a parlare con la figlia, ma poi il procedimento si è bloccato. Nella particolare circostanza, la d’Urso mandò in onda dei filmati in cui si vedeva il procedimento di scrittura automatica per “comunicare” con chi è morto. L’attrice ha sempre descritto come molto forte il legame con la figlia.

Ecco perché la sua morte è stata un’esperienza estremamente drammatica. Come ha raccontato in un’intervista a TV2000, la donna sente il legame fortissimo anche se fisicamente sua figlia non è più presente. Giulia si è avvicinata al buddismo per trovare conforto, ma senza rinnegare la sua fede cristiana. La sua conclusione è stata: “Se è successo ci sarà un motivo e lo scopriremo, io sono certa che l’amore è la chiave di tutto”.