iPad Pro, l'iPad che gioca a fare il Computer • instaNews
Tecnologia

iPad Pro, l’iPad che gioca a fare il Computer

Durante l’ormai classico Keynote di settembre Apple ha annunciato una vasta gamma di prodotti. Come da tradizione sono stati annunciati i nuovi iPhone, sono state ufficializzate le date di rilascio al pubblico delle prossime versioni di OS X e iOS, ma è stato anche annunciato un prodotto nuovo, almeno per la casa di Cupertino.

iPad Pro + Apple Pencil

Si tratta dell’iPad Pro, la versione da 12,9” del buon iPad introdotto nell’ormai lontano 2010. Sotto il telaio troviamo il nuovo A9X che promette una potenza di calcolo quasi raddoppiata rispetto all’A8X dell’iPad Air 2 e sopratutto delle prestazioni grafiche più veloci dell’80% rispetto la media dei PC portatili. Ciò che rende questo iPad veramente Pro viene però venduto separatamente, parlo infatti dei due nuovi accessori presentati sempre ieri sera, si tratta della Apple Pencil e della Smart Keyboard, andiamo ad analizzarli più nel dettaglio.

La Apple Pencil è uno “stylus” progettato appositamente per il nuovo iPad infatti grazie ad una serie di sensori il tablet può riconoscere la posizione sullo schermo, la forza e l’inclinazione, abilità che renderanno questo strumento adatto anche per usi professionali.

La Smart Keyboard invece è una tastiera progettata appositamente per il nuovo prodotto collegabile al dispositivo grazie a tre connettori magnetici ed è nata dalla fusione di una tradizionale Smart Cover e la tastiera del nuovo MacBook.

Ovviamente il nuovo prodotto, nonostante uscirà solamente a novembre, ha ricevuto diverse critiche, ne sono sorte sono principalmente due:

  • La somiglianza al Surface di Microsoft
  • Perché iOS e non Mac OS X?

Paragonarlo al Tablet 2 in 1 di Microsoft è veramente istintivo, le somiglianze sono effettivamente molte, sorge quindi la domanda, perché acquistare un iPad Pro e non un Surface (Pro) 3?
Principalmente perché il Surface, anche con Windows 10, è contemporaneamente sia un mediocre Tablet, sia un mediocre portatile, non eccelle quindi in nessuno dei due campi, ed è qui dunque che deve far leva Apple, deve proporre un prodotto valido in entrambi i fronti. Per il lato Tablet non dovrebbero avere problemi, l’iPad Air 2 è al momento, proprio grazie ad iOS e al suo parco applicazioni, il miglior Tablet in commercio. Per essere anche un buon portatile è fondamentale la scelta del sistema operativo, che secondo me si è rilevata giusta, con iOS infatti Apple può rimanere sulle 10h di autonomia, può puntare su un vastissimo parco applicazioni ed un’ecosistema già ben rodato. L’assenza di un Mouse e dunque di un puntatore in un prodotto orientato alla produttività spaventa e non poco, però grazie alla nuova Apple Pencil e con delle gestures implementate dalle applicazioni potrebbe rivelarsi come il primo passo verso l’abbandono delle complesse interfacce delle applicazioni professionali a favore di UI altrettanto potenti, ma allo stesso tempo più semplici e immediate da usare.

About the author

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 20 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv.