instaNews
instaNews > Tecnologia > Sei mesi di 3D Touch: il punto della situazione

Sei mesi di 3D Touch: il punto della situazione

Sono passati sei mesi dall’introduzione di iPhone 6s e in attesa di iPhone 7, facciamo il punto della situazione sul 3D Touch, una della funzioni peculiari del top di gamma di Cupertino.

3d-touch-iphone-6s-press

Anche io ho sempre fatto fatica ad entrare in sintonia con questa funzione e, pur ritenendola un’idea geniale, mi trovo ad utilizzarla veramente poco, poiché spesso è utilizzata solo per inserire qualche scorciatoia mediante l’icona presente nella springboard.

Basti pensare che app come Instagram hanno deciso di sostituire le funzionalità del 3D Touch con una semplice implementazione software: una pressione prolungata permette di visualizzare una fotografia

3D Touch: croce e delizia di Apple

Ma Apple crede nel 3D Touch? Da quanto abbiamo appena detto sembra di no, perché, anche se la funzione è stata promossa tanto nel keynote di presentazione di iPhone 6s e 6s Plus, non è stata inserita in iPad Pro né nella versione da 12,9″ né in quella presentata un paio di settimane fa. E se questa mancanza è giustificabile nel nuovo iPhone SE, per marcare una distanza tra il modello più piccolo e i top di gamma, non riesco a capirla nella gamma di tablet dedicata ai professionisti.

Inoltre l’azienda non ha menzionato questa funzione nel video 40 years in 40 seconds, nel quale vengono elemcate tutte le novità che Apple  ha portato in questi quarant’anni di vita.

Il 3D Touch nel futuro

Come potrà evolvere in futuro il 3D Touch? In primo luogo attraverso l’introduzione della funzione anche su iPad. La cosa migliore sarebbe quella di far amare questa funzione agli sviluppatori dando al 3D Touch la possibilità di compiere azioni specifiche come già ora avviene per Apple Watch con il Force Touch.

Altro passo importante sarà sfruttare l’arrivo di iOS 10 in programma per la prossima WWDC, che potrà rappresentare il punto di svolta di questa tecnologia. Tra le tante ipotesi si potrebbe pensare alla modifica dei toggle del control center mediante la pressione decisa.

Noi saremo qui a vedere le evoluzione del 3D Touch e raccontarvele per vedere se questa funzionalità sarà veramente un nuovo modo di interagire con i nostri smartphone e potrà segnare un nuovo capitolo dopo l’arrivo del moultitouch introdotto da Apple nel 2007 con il primo iPhone.

Jacopo Reale

Classe 1993. Figlio putativo di Steve Jobs. Amante i prodotti Apple e l'ecosistema della mela.