Altro

Chrome 50: Material Design e grandi numeri

Chrome
Chrome

Nel corso questa settimana, più precisamente nelle giornata di mercoledì, il tanto amato – e da alcuni odiato – browser di Google ha raggiunto un’importante traguardo: Google ha rilasciato la 50-esima release di Chrome. Ma cosa ha di così tanto importante questa release?

Le novità principali della versione numero 50 sono due: Chrome abbandona i vecchi sistemi operativi e l’arrivo del Material Design sulla versione desktop.

Abbandono dei vecchi sistemi operativi

Con la versione 50 Google ha terminato, come precedentemente annunciato, il supporto a quei sistemi operativi considerati obsoleti: se siete utenti di Windows Vista o di Mac OS X 10.8 o precedenti non riceverete più aggiornamenti di Chrome.

Google consiglia inoltre di effettuare l’aggiornamento ad un sistema operativo più recente per non rischiare di compromettere la propria sicurezza poichè anche Microsoft e Apple non offrono più supporto per i sistemi operativi sopracitati.

Material Design

Dopo alcune settimane di testing nel canale beta, nella versione stabile di Chrome OS, arriva il Material Design portando così continuità tra la versione desktop e quella mobile di Chrome. Nella transizione verso il nuovo design Google ha rimosso circa 1200 file che rappresentavano le varie parti grafiche del browser che ora vengono renderizzate direttamente dal browser in modo tale da migliorare il supporto alle varie configurazioni di risoluzione ed ha inoltre introdotto una nuova modalità ibrida per facilitare l’uso del browser sui dispositivi con schermo touch.

Al momento sulla versione Windows e Mac OS X la nuova interfaccia grafica non è attiva di default ma per attivarla sarà sufficiente cercare “Material Design” nella pagina chrome://flags del browser, abilitare tutte le voci e riavviare il browser.

Altri dettagli relativi al nuovo design di Chrome li potete trovare in questa pagina.

Infografica Google Chrome 50

 

I numeri di Google Chrome

Nell’occasione della 50-esima versione Google ha pubblicato anche un’infografica relativa ai numeri raggiungi da parte di Chrome negli anni (aprite l’immagine in una nuova scheda per vederla a dimensioni reali):

  • Chrome ogni mese ha 1 miliardo di utenti attivi sul mobile
  • 771 miliardi di pagine sono caricate ogni mese
  • 500 miliardi di caratteri salvati ogni mese grazie alle funzionalità di auto completamento delle ricerche
  • Più di 2 milioni di gigabyte salvati tramite la funzionalità di risparmio dati mensilmente
  • 3,6 miliardi di pagine web tradotte automaticamente grazie alla funzionalità di traduzione automatica
  • 9,1 miliardi di form e di password completati automaticamente ogni mese
  • Chrome ha protetto gli utenti 145 milioni di volte da pagine dannose ogni mese
  • Google ha regalato più di 2,5 milioni di dollari agli sviluppatori che hanno contribuito a risolvere bug di Chrome

About the author

Filippo Favaro

Amo la tecnologia ed in particolar modo il mondo degli smartphone e computer. Divoratore seriale di serie TV.
Di recente sono passato al lato oscuro .

Privacy Preference Center

Cloudflare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Cloudflare Ajax

Google AdSense

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google AdSense

DoubleClick by Google

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

DoubleClick

Google Analytics

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google Analytics

Wordpress Stats

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Jetpack

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?