instaNews
instaNews > Tecnologia > WWDC 2017: Le novità del Keynote di apertura

WWDC 2017: Le novità del Keynote di apertura

Si è appena concluso l’annuale keynote introduttivo alla Apple Worldwide Developers Conference (WWDC), le novità annunciate sono molte dunque non dilunghiamoci inutilmente.

watchOS 4 e tvOS

La conferenza è iniziate con le novità meno profonde, infatti per tvOS è stato semplicemente confermato il supporto ad Amazon Prime Video mentre su watchOS 4 si avrà una più profonda integrazione con Siri e notevoli miglioramenti per quanto riguarda il tracciamento dell’attività fisica grazie all’introduzione della possibilità di sincronizzare il nostro Apple Watch con i dati provenienti dai macchinari sportivi via NFC.

macOS High Sierra

Dopo macOS 10.12 Sierra arriva macOS 10.13 High Sierra, nome non troppo creativo ma che potrebbe rappresentare lo stesso passaggio che c’è stato da Leopard a Snow Leopard. Le modifiche non sono stravolgenti, ma cruciali. Oltre ad aggiornamenti per Mail e Photos che diventano ancora più pratici e leggeri arriva finalmente il nuovo File System APFS che sostituisce l’ormai antico HFS. Novità degne di nota anche per Metal, che arriva alla seconda versione, promette molte migliorie sul lato della Realtà Virtuale ed introduce ufficialmente il supporto alle Schede Grafiche esterne ed il pieno supporto per lo standard HEVC (H.265) che migliora la qualità video, raddoppia il rapporto della compressione dei dati rispetto ad H.264 e supporta l’ultra definizione a 8k. 1 

Il rilascio è fissato per questo Autunno e si tratterà di un aggiornamento gratuito.

Aggiornamenti Hardware ed iMac Pro

Non è stato decisamente trascurato il lato hardware: MacBook e MacBook Pro ricevono i nuovi processori delle settima generazione di Intel e le nuove GPU serie 5xx di AMD. Merita una menzione speciale il nuovo iMac Pro, successore spirituale dell’attuale Mac Pro: processore Intel Xeon fino a 18 core, scheda grafica AMD Radeon Pro Vega 56 con 8/16GB di memoria HBM2 e fino a 128GB di RAM DDR4, tutto incapsulato dietro uno schermo 5K in un bellissimo design grigio siderale veramente elegante. Prezzo e disponibilità? Si parte da 4999$ a partire da Dicembre!

iOS 11

Per iOS 11 è stata spesa una grande quantità di tempo, le modifiche non fanno gridare al miracolo, ma miglioramenti grafici e tecnici sono sempre graditi e non sono mancati, le novità sono molte e seguirà domani un articolo interamente dedicato. Si parte con Messaggi, che ora ha una nuova veste grafica, le conversazioni saranno salvate su iCloud ed è stato integrato Apple Pay. Il Control Center ora è finalmente più organizzato ed è stato rivisto graficamente, stessa cosa è accaduta all’AppStore, dopo 9 anni era necessario un restyling. Si aggiorna anche lo standard AirPlay che ora supporta più altoparlanti contemporaneamente. Nota di merito per il potenziamento della modalità non disturbare, ora infatti quando l’iPhone sarà in macchina non si riceveranno più le notifiche minimizzando così l’uso dello Smartphone al volante. Non mancano i miglioramenti per Siri, che diventerà sempre più intelligente ed imparerà a conoscere le nostre abitudini.

Le novità sono arrivate anche per iPad Pro, e non solo hardware. È stato finalmente annunciato il nuovo iPad Pro da 10.5” che permetterà grazie al nuovo Chip A10X di sfruttare al massimo le novità specifiche di iOS 11 per iPad, quali il tanto desiderato “drag and drop” tra applicazioni, un multitasking rinnovato e l’introduzione del ben noto Dock che si ha su macOS.

L’iPad Pro 10.5 sarà in vendita dalla prossima settimana in varie configurazioni a partire da 739€, mentre iOS 11 arriverà probabilmente nel periodo di Settembre.

One Last Thing: HomePod

Oltre a rimarcare la parola last, e non more, il buon Tim Cook sul palco ha annunciato il nuovo Speaker audio che va ad aggiungere un ulteriore tassello all’ecosistema Apple. Il Chip A8 all’interno lo rende probabilmente lo speaker con più potenza di calcolo in commercio, potenza che servirà ad interagire nel miglior modo possibile con una Siri sempre più utile ed intelligente oltre ad ovviamente a riprodurre brani dalla nostra libreria musicale. Anche lui arriverà a Dicembre in due colorazione, bianca e nera, a partire da 349$.

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 22 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv