instaNews
instaNews > Editoriali > Apple ha cambiato completamente idea sul suo iPad

Apple ha cambiato completamente idea sul suo iPad

Apple punta nuovamente al mondo della scuola con iPad, cercando di rivoluzionarla con strumenti innovativi, e rilancia la sfida ai diretti concorrenti Google e Microsoft.

iPadTim Cook ha recentemente presentato a Chicago senza particolari clamori una nuova versione del tablet made in Apple: iPad 2018 o di sesta generazione. Tralasciando le caratteristiche tecniche (chiedete al vostro motore di ricerca nel caso vi servissero) quello che davvero è importante analizzare è la nuova strategia adottata da Apple. Il nuovo iPad infatti servirà per smuovere le acque del settore tablet (stagnante da diverso tempo) e rivoluzionare il settore educational, rinnovando allo stesso tempo la sfida contro Google e Microsoft.

La mela morsicata ha da sempre abbracciato il mondo scolastico, ma negli ultimi anni questa politica non ha portato a nessun punto di svolta significativo, perdendo di interesse anche a causa delle soluzioni concorrenti. Per cercare di riaffermare il predominio si è guardato innanzitutto al costo: negli stati Uniti si partirà da 299$ per le scuole e 329$ per il pubblico (359€ in Italia). Oltre al prezzo, più accessibile rispetto agli standard Apple, hanno puntato ad offrire e sfruttare tutte le potenzialità del nuovo dispositivo in abbinata ad app dedicate. L’esperienza completa partirà proprio dall’Apple Pencil (che tuttavia rimane opzionale) e il relativo supporto ad iWork, ma non solo. I maggiori punti di forza saranno Classroom e Schoolwork, che permetteranno a insegnanti e studenti di arricchire la didattica e verificare le attività con strumenti adeguati e personalizzabili. Inoltre l’azienda di Cupertino metterà a disposizione gratuitamente 200Gb di spazio iCloud, a differenza dei 5Gb standard, per tutti gli account registrati come professori o alunni.

Apple quindi sta trasformando l’approccio con iPad, permettendo di interagire come se fosse un quaderno o un libro e di stimolare/sviluppare le capacità creative di ogni singolo utente, anche di quelli più piccoli. Insomma iPad potrebbe diventare il dispositivo indispensabile nello zaino di ogni studente, e non solo grazie all’accoppiata tra prezzo abbordabile ed ecosistema proposto.

Walter Tomiati

Sono appassionato di ogni cosa che riguarda la tecnologia. Nel tempo libero sviluppo applicazioni Android (Tomiati Dev, Kubix Studio).