Antonio Ricci positivo e ricoverato con il Covid-19: gli aggiornamenti

0
48

Antonio Ricci da ieri, 17 ottobre, è ricoverato ad Albenga con i sintomi del Covid-19. Una misura precauzionale come ha confermato la famiglia

C’è un altro contagiato illustre da Covid-19: è Antonio Ricci, l’ideatore di ‘Drive In’, ‘Striscia la Notizia’ e moltissimi altri successi televisivi. Da 24 ore è ricoverato all’ospedale di Albenga, città dove è nato, dopo essere risultato positivo al tampone per il Coronavirus.

La notizia aveva cominciato a fare il giro della città ma anche del web, da qualche ora. Poi è stata confemata da ‘Il Secolo XIX’ e a quel punto anche dalla sua famiglia. Non ci sono in realtà ulteriori dettagli sulle reali condizioni di salute del 70enne popolare volto tv. I suoi congiunti hanno soltanto fatto sapere di avere la massima fiducia nel lavoro dei medici che lo stanno seguendo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi Antonio Ricci festeggia la sua 70esima edizione! 🎉 “Spero di reincarnarmi in una piattola per continuare a stare sui coglioni”. Spiace deluderti, ma con noi non ci sei mai riuscito 😜 AUGURI DA TUTTA STRISCIA!

Un post condiviso da Striscia la notizia (@striscialanotizia) in data:

Altre novità, se la famiglia acconsentirà al fatto che siano diffuse, arriveranno solo dall’ospedale che al momento non ha ancora emesso un comunicato. Antonio Ricci è solo l’ultimo contagiato famoso in Italia dopo che, solo nei giorni scorsi, anche Valentino Rossi e Federica Pellegrini (asintomatici) avevano rivelato il loro contagio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:   Covid: maxi multa di 5mila euro al barista. Tutta colpa del distanziamento

Antonio Ricci e la puntate mai sospese a ‘Striscia la Notizia’ anche in lockdown, la spiegazione

Antonio Ricci positivo al Covid-19 (Websource)

Con l’assenza forzata di Antonio Ricci, ‘Striscia la Notizia’ si fermerà? Al momento questa ipotesi non è presa in considerazione e il tg satirico tornerà puntuale anche domani sera, condotto da Ficarra e Picone.

Qualche tempo fa era stato lo stesso Ricci, intervistato dall’Ansa, a spiegare come avevano lavorato durante il lockdown. Fino a giugno registravano trovamdosi due o tre volte la settimana negli studi della trasmissione e preparavano stacchi con lanci neutri. Quando è stato possibile tornare alla normalità, anche loro l’hanno fatto.

Poi aveva spiegato che la nuova edizione di ‘Striscia’ è dedicata all’Insofferenza perché è simbolo del rifiuto per la mascherina, per i distanziamenti e per il tempo perso a seguire tutte le norme che cambiano di continuo.