Dpcm, a San Marino niente restrizioni. Bar e ristoranti restano aperti

0
98

Sul territorio italiano c’è il caso “San Marino”. Essendo uno stato indipendente, il nuovo DPCM non è in vigore: attività aperte oltre le 18

Dpcm, a San Marino niente restrizioni. Bar e ristoranti restano aperti
San Marino

Il Coronavirus impone sempre più restrizioni ai cittadini d’Europa e del Mondo. Oltre al nuovo DPCM varato dal Governo, si parla sempre più con insistenza di un nuovo lockdown.

Ma c’è chi, proprio “dentro casa nostra”, sta seguendo un’altra linea. E’ il caso della Repubblica di San Marino che, seppur situata all’interno del territorio italiano, può ovviamente decidere autonomamente sulle varie restrizioni.

Ecco dunque che all’interno del piccolo Stato non sono state applicate le nuove misure stringenti alle attività commerciali: in particolar modo bar e ristoranti non sono obbligati a chiudere alle 18 così come avviene nel resto d’Italia.

San Marino, il segretario di Stato: “Da noi assurdo chiudere bar e ristoranti”

Dpcm, a San Marino niente restrizioni. Bar e ristoranti restano aperti
Piazza

San Marino è diversa dall’Italia, ha una popolazione contenuta su un territorio proporzionalmente più ampio. Ci sono anche meno esercizi pubblici, il controllo quindi è più semplice, il tracciamento da noi funziona. Chiudere bar, ristoranti e pasticcerie alle 18 è francamente assurdo“.

Lo ha dichiarato il segretario di Stato al Lavoro Teodoro Lonfernini, assicurando che per il momento non si sente il bisogno di ulteriori restrizioni.

Nel frattempo si è scatenata la polemica in Emilia-Romagna e Marche: le due regioni confinanti con la Repubblica autonoma non hanno ovviamente gradito la disparità di trattamento.