Vienna: l’attacco terroristico è stato rivendicato dalle forze ISIS

0
82

Sembra che l’Isis abbia rivendicato l’attentato avvenuto a Vienna che ha posto sotto assedio la città tutta e col fiato sospeso tutta Europa.

E’ notizia ormai diffusa e preoccupante che l’Isis abbia rivendicato l’attentato a Vienna.

Questo è quanto riferisce la direttrice del Site, Rita Katz. In una dichiarazione sui propri mezzi di propaganda, l’Isis ha affermato che Abu Dujana al-Albani ha effettuato l’attacco con pistole e coltelli come “soldato del califfato”.

Uno degli attentatori sembra infatti aver anche lasciato alcuni messaggi tramite i social che se compresi sembrerebbero annunciare proprio l’attacco terroristico.

Sale il bilancio delle vittime dell’attacco di ieri sera a Vienna con almeno quattro civili morti ufficiali ed almeno 17 feriti, di cui sette in pericolo di vita.

Tre le persone arrestate in Austria, due a St. Poelten, a circa un’ora dalla capitale, e una a Linz. Sono inoltre state fermate ben due persone in Svizzera in quanto collegate con gli attacchi terroristici.

Per scoprire tutti i dettagli di quanto accaduto ieri clicca qui.

vienna web source

Per essere più precisi, all’alba di questa giornata il ministro dell’Interno austriaco, Karl Nehammer, aveva già anticipato e rivelato che vi era una matrice islamista negli attacchi, sottolineando che l’uomo era un “simpatizzante” dell’Isis.

Con il passare delle ore, successivamente a quanto dichiarato dal ministro, i media hanno dato corpo a questo scenario indicando che l’uomo era un giovane viennese di origini albanesi della Macedonia del Nord.

Secondo il responsabile della rivista austriaca Falter, Florian Klenk, fra i primi identificati c’è un ragazzo che si chiamava Kurtin S.

Il giovane, ha aggiunto, era noto ai servizi di sicurezza antiterrorismo (Bvt) per essere stato uno dei 90 islamisti austriaci che hanno cercato di recarsi in Siria.

Quanto accaduto ha posto sotto minaccia la città tutta, nei minuti in cui si parlava di ostaggi chiusi in un ristorante il mondo tutto è rimasto col fiato sospeso.

Il popolo austriaco stamane si è quindi svegliato disorientato e scioccato da quanto accaduto.

Con le scuole chiuse e l’invito a rimanere a casa mentre la comunità ebraica ha deciso la serrata di tutte le sue istituzioni e istituti. 

 

L’Isis rivendica l’attacco terroristico a Vienna: la città nel panico

Il fatto che l’Isis abbia rivendicato questo attacco spaventoso pone molta pressione sulla popolazione sia austriaca che europea.

La minaccia dell’ Isis si fa sempre più pesante e la paura è sempre più crescente.

Il fatto che non sia possibile conoscere in modo dettagliato gli obiettivi dell’azione dell’Isis tende a destabilizzare l’opinione pubblica che al peso della minaccia della pandemia aggiunge quello del terrorismo.

Da parte dei capo di Governo, europei e non, giungono invece messaggi di rassicurazione sulla sicurezza pubblica e su quanto le forze dell’ordine tutte siano all’opera costantemente per garantire la sicurezza nazionale.

Non solo, dal web anche alcune accuse nei confronti del nostro Governo.