Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta

0
231

Come ricaricare lo smartphone? Come far durare più a lungo la batteria? Sono domande che in tanti si pongono spesso. Ecco le risposte

Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta
La batteria dello smartphone è la componente più sostituita da quando c’è la nuova generazione di telefoni

La batteria del nostro cellulare è probabilmente la componente che ci fa dannare di più.

Quando viene meno la batteria, spesso decidiamo di cambiare direttamente lo smartphone.

Il motivo principale è economico, molto spesso la sostituzione della batteria può costare molto.

E non è detto che porti i risultati sperati, per questo quasi sempre scegliamo di recarci in un negozio o uno aprire internet e acquistare un nuovo smartphone.

Secondo alcuni studi, la batteria di un cellulare dura mediamente due anni e mezzo, circa un anno e mezzo su livelli ottimali.

In molti si chiedono come fare a far durare una batteria il più possibile, in modo da non dover ricaricarla in continuazione.

Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta
La batteria di uno smartphone può creare molti problemi se non funziona correttamente

Nonostante l’arrivo sul mercato delle power bank da qualche anno, la conservazione della batteria è il primo pensiero di tutti i possessori di uno smartphone.

Un funzionamento ottimale della batteria permette al vostro cellulare di tenere prestazioni ottimali.

Con le power bank è possibile caricare lo smartphone anche lontani da una presa elettrica.

Ti potrebbe interessare anche – Raffreddore: come curarlo e i rimedi naturali per farlo sparire

Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta
Un cellulare collegato ad un caricabatterie. I consigli su come ricaricare lo smartphone

Cellulari di ultima generazione: come ricaricare lo smartphone. Acceso o spento?

Ma la domanda che tutti si pongono è: meglio caricare il cellulare acceso o spento?

Gli smartphone di ultima generazioni hanno batterie agli ioni di litio. Si tratta di batterie in grado di ricaricarsi molto velocemente.

A differenza di quanto succedeva con i vecchi cellulari, oggi non c’è un modo migliore per caricarli.

Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta
Le power bank possono essere molto utili a chi lavora o a chi passa buona parte della giornata fuori casa

Si può fare indifferentemente con lo smartphone acceso o spento.

Ci sono due casi nei quali è preferibile caricare il vostro cellulare quando è spento.

  • Quando andate di fretta, perché da spento non ci sono funzioni attive e si carica più velocemente;
  • Quando acquistate un nuovo cellulare, perché la prima ricarica va fatta con il dispositivo spento per evitare di compromettere la durata della batteria.

Nel primo caso, l’alternativa è tenere il cellulare in modalità aereo. In questo modo consumerete anche meno energia elettrica.

Leggi anche – Chi è la bimba nella foto? E’ stata Miss Italia ed è una nota modella

Come ricaricare il tuo smartphone. Acceso o spento? Ecco la risposta
Il primo piano di una batteria di uno smartphone di ultima generazione

Come far durare una batteria più a lungo? Ecco i rimedi migliori

Dover ricaricare il cellulare in continuazione è il principale motivo che spinge un utente ad acquistarne uno nuovo.

I problemi con la batteria sono complicati da gestire, restare con il cellulare scarico in un momento particolare della giornata può creare diverse difficoltà.

E allora come fare a prolungare il più possibile la carica dei nostri smartphone? Ecco alcuni rimedi.

  • Disattivare i servizi inutili o non utilizzati in un determinato momento. Ad esempio, se avete terminato di utilizzare il Wi-Fi o di navigare in internet, staccate la connessione. Esistono tante applicazioni che effettuato questo processo automaticamente;
  • Abbassare il livello di luminosità del display. In questo modo la batteria sarà meno stressata durante l’utilizzo e si surriscalderà di meno;
  • Non esporre il cellulare a fonti di calore. In questo modo la batteria non subirà danni causati dalle temperature troppo alte.

Ti potrebbe interessare anche – Lombardia zona rossa, Fontana chiede “il riconteggio dei contagi”