Come risparmiare sull’acqua in casa: benefici per il portafogli e la natura

0
111

Ci sono piccole e grandi abitudini quotidiane che possono farci risparmiare sull’acqua facendo un favore all’ambiente e alle nostre casse

(Pixabay)

Quanto incidono normalmente le spese per l’acqua in un bilancio familiare? Una spersa importante, anche per chi vive da solo, al pari della luce e del gas. Ma proprio come per la voce energia, anche in questo caso con alcune piccole accortezze quotidiane possiamo risparmiare sull’acqua. Non sono trucchi, ma semplici regole di vita da applicare per avere rispetto della natura… e del portafogli.

Partiamo da alcuni dati: gli esperti calcolano che ogni giorno servono da 40 a 60 litri di acqua per far andare una lavatrice o una lavastoviglie anche se non è a pieno carico. E ancora, dai 20 ai 30 litri di acqua lasciando aperto il rubinetto mentre ci laviamo i denti o facciamo la barba, addirittura 100 litri lavando la macchina con il getto di una pompa e 5 litri lasciando le verdure in ammollo nel lavandino.

Troppi, sia per il rispetto che tutti devono avere delle risorse naturali che per l’economia di una casa. In realtà però per risparmiare soldi e risorse serve poco: abituarsi tutti a giorni a fare certe azioni e, quando è il caso, installare apparecchi che ci facilitano la vita. E se bere acqua calda fa bene alla salute, risparmiare fa bene alle nostre casse.

Dal bagno agli elettrodomestici, ecco come potete risparmiare sull’acqua

(Pixabay)

Il primo passo per risparmiare sulla quantità di acqua in casa e quindi sulla bolletta è quello di avere cura dei rubinetti. Anche se può sembrarvi uno spreco di tempo, meglio fare un semplice controllo periodico: chiudete tutti i rubinetti e se vi accorgete che il contatore gira comunque significa che avete una perdita. Allo stesso modo dovete curare la manutenzione: un rubinetto che perde, può far sprecare fino a 5.000—6.000 litri di acqua in un anno.

Una buona abitudine è quella di applicare ai rubinetti di casa un riduttore di flusso. E quando dovete lavarvi completamente, utilizzate la doccia invece del bagno: in media sprecherete quattro volte di acqua in meno.

(Pixabay)

Quando azionate lavatrice e lavastoviglie, fatelo solo a pieno carico e ricordatevi di pulire con regolarità i filtri interni il filtro dell’elettrodomestico. Allo stesso modo, non esagerate con il detersivo. Tutti gli elettrodomestici di classe A+ sono progettati per ridurre il consumo di acqua e per lavare bene anche con una quantità di detersivo inferiore al carico pieno, pensateci. Inoltre per la lavatrice, cercate sempre di tenere al massimo una temperatura di 60 gradi che è sufficiente per avere capi puliti.

Inoltre in bagno puntate su uno sciacquone con lo scarico differenziato e con il doppio pulsante. E quando stirate, usate il ferro a vapore con il serbatoio ad acqua, così inquinerete anche meno. Infine lavate frutta e verdura in una bacinella usando l’acqua corrente solo risciacquare, riciclandola poi per innaffiare le vostre piante e fiori in casa.