Le ultime rivelazioni sulle condizioni di Schumacher: “E’ un combattente”

0
484

Michael Schumacher continua a lottare dopo il brutto incidente di sette anni fa. L’ex collega Luca Badoer ha parlato delle sue condizioni

Schumacher
web source

Michael Schumacher continua a lottare dopo il brutto incidente avuto sette anni fa. Il sette volte campione del mondo, infatti, ha subito dei gravi danni cerebrali dopo la caduta avvenuta mentre sciava e da quel giorno è stato sempre molto difficile avere notizie attuali sulle sue condizioni.

Questo perchè la sua famiglia, in primis la moglie Corinna, ma anche amici e conoscenti di Michael hanno sempre evitato di far trapelare alla stampa la situazione reale dell’ex pilota di Formula Uno. Si sa solo che il tedesco non versa in buone condizioni ma, nonostante le difficoltà, sembra non aver ancora deciso di mollare.

Nel frattempo suo figlio Mick si sta prendendo la scena, vincendo il mondiale di Formula 2 e pronto all’esordio in Formula 1 con la Haas a partire dal 2021. Notizia che, in qualche modo, siamo sicuri che avrà fatto piacere a Michael e magari potrà contribuire ad accelerare la sua ripresa. Ma come sta oggi Schumacher? A dare qualche informazione in più ci ha pensato Luca Badoer, ex collega e collaudatore della Ferrari.

Luca Badoer e le rivelazioni su Schumacher

Badoer con Michael
web source

Badoer ha infatti rilasciato di recente un’intervista a Libero in cui ha parlato anche del suo amico ed ex campione del mondo. Badoer, infatti, oltre ad aver condiviso i box e lo sviluppo della Ferrari con Michael, ha anche un rapporto di grande amicizia con lui e con la sua famiglia.

Ad esempio Luca ha condiviso più di una vacanza con i suoi figli, sua moglie e la famiglia di Schumi. Brando, uno dei suoi figli, è stato addirittura battezzato da Michael, che lo ha tenuto in braccio durante la cerimonia nel 2007. Secondo Badoer il fisico e la preparazione maniacale del tedesco potrebbero fare la differenza in vista di un suo recupero:

Michael si è sempre allenato duramente ed è un bene che il suo fisico abbia resistito. Michael è Michael! E’ un combattente e spero possa rimettersi presto”.

Nonostante Badoer sia uno dei pochi privilegiati, insieme a Jean Todt e altre poche persone, a poter visitare Schumi, non ha voluto entrare troppo nello specifico sulle condizioni di salute del pilota:E’ un dramma che mi fa male quando ci penso. Ma per rispetto di Schumi e di tutta la sua famiglia, non ho rivelato né dirò una sola parola delle sue condizioni”