La Reunion de “I Ricchi e Poveri” diventa un album, ma perché si erano sciolti?

Ricchi e Poveri tornano insieme. La reunion a Sanremo 2020 e un nuovo album: eppure l’amato gruppo musicale si era sciolto. Ecco perché

La reunion de "I Ricchi e Poveri" diventa un album, ma perché si erano sciolti?
La reunion diventa un album, ma perché si erano sciolti? (websource)

Si sono riuniti in una storica serata a Sanremo 2020. Un’esibizione a sorpresa, a 50 anni dal loro debutto sul palcoscenico. Da allora i Ricchi e Poveri sono tornati, nella loro formazione originale (a quattro) e sempre all’insegna di un grandissimo successo popolare. Un ritorno sancito con un album dal nome decisamente emblematico: “Reunion”.

Angela Brambati, Angelo Sotgiu, Marina Occhiena (che aveva lasciato il gruppo nel 1981) e Franco Gatti, anche lui andato via, ma nel 2016. Ora sono di nuovo tutti insieme i “mitici” quattro, e il disco – che sta avendo un grande successo – contiene moltissime delle loro canzoni più famose, e in una vede il ritorno anche di José Feliciano per la super hit “Che Sarà”, che uscì nell’ormai lontano 1971.

I Ricchi e Poveri e lo straordinario successo di “Reunion”

I Ricchi e Poveri sono tornati a cantare insieme ed il pubblico italiano ha apprezzato. In questa stagione li abbiamo visti per qualche apparizione al “Cantante Mascherato”, con un grande riscontro. Ma come mai si erano sciolti? Come hanno spiegato loro stessi, non c’era un vero e proprio motivo. Il gruppo aveva man mano allentato la sua attività, soprattutto dopo la defezione di Gatti nel 2016.

Anche per questo, il disco Reunion sancisce una vera e propria rinascita. Il disco contiene ben 21 tracce, e ripercorre la storia della band dagli anni ’60 agli anni ’70. E dopo “l’evento” dello scorso anno a Sanremo (così lo definì Amadeus) si aspetta una nuova apparizione dei Ricchi e Poveri. Quest’anno (il Festival inizia il 2 marzo) non saranno sul palco dell’Ariston, ma sono pronte molte sorprese per i loro tantissimi fan.