Sanremo 2021, ascolti in lieve crescita per la semifinale. Ma rispetto al 2020 è flop

I dati auditel della quarta puntata di Sanremo 2021, quella dedicata alla semifinale, mostrano un lieve rialzo. Ma il 2020 resta lontano

Amadeus
web source

Siamo quasi giunti alla fine di questo Sanremo 2021. Stasera, infatti, ci sarà la puntata finale che regalerà le ultime emozioni e ci accompagnerà fino a scoprire il vincitore della kermesse musicale. 

Anche per l’ultima puntata sono previsti tantissimi ospiti che daranno vita ai loro racconti tra un’esibizione ed un’altra. Sul palco con Amadeus, oltre ai compagni fissi di avventura come Fiorello e Zlatan Ibrahimovic, ci saranno Serena Rossi (attrice), Tecla Insolia (attrice e cantante) e Giovanna Botteri (giornalista).

Presenti inoltre Achille Lauro, Ornella Vanoni ed Umberto Tozzi. Per il mondo dello sport saranno ospiti, invece, Federica Pellegrini e Alberto Tomba. A loro l’arduo compito di regalare ai telespettatori un sabato da ricordare, soprattutto per risollevare gli ascolti che almeno fino alla terza puntata non erano entusiasmanti. Ma come sono andati gli ascolti della quarta puntata, quella della semifinale?

Sanremo 2021, gli ascolti della quarta puntata

Amadeus e Fiorello
web source

I dati auditel della quarta puntata di Sanremo 2021 hanno fatto registrare 11.115.000 di spettatori nella prima parte, con il 43,3% di share. La seconda parte, andata avanti fino alle 2 di notte, è stata seguita da 4 milioni 980mila spettatori e share del 48,2%.

I numeri dunque dimostrano che, partendo dalle prime due serate, i telespettatori hanno cominciato a seguire di più il Festival soprattutto approfittando della serata dedicata alle cover. Anche ieri c’è stato un lieve rialzo di ascolti, anche se i numeri relativi allo scorso anno continuano a rappresentare un risultato inarrivabile per questa edizione: nel 2020 la serata di venerdì aveva toccato i 12.674.000 di spettatori con il 52,3% nella prima parte, mentre la seconda  5.795.000 ovvero il 56%.

Chissà se stasera Amadeus e company riusciranno a dare un colpo di coda finale e ad avvicinarsi quantomeno ai dati dello scorso anno, anche se oggettivamente tra polemiche relative al pubblico in sala, cantanti positivi al Covid e soprattutto la pandemia ancora in atto, molte persone non hanno gradito la scelta di mandare in onda il Festival e probabilmente continueranno a sintonizzarsi su altri canali.