New New, la nuova app in cui paghi per controllare la vita degli altri

La nuova app New New introduce una nuova era nei social: pagando si possono votare e influenzare le scelte degli utenti

New New
web source

Controllare la vita degli altri è possibile? Ormai, senza cadere nel populismo, è sicuramente molto più semplice rispetto a prima. Grazie alla tecnologia moderna e ai social network che seguono ogni nostro spostamento la nostra privacy è messa a dura prova ma spesso siamo noi stessi ad agevolare il processo, registrando ogni istante della nostra vita con i nostri smartphone.

LEGGI ANCHE: QUANTO GUADAGNA FACEBOOK PER OGNUNO DI NOI: SVELATA LA CIFRA

Non bastassero i vari Facebook, Instagram o TikTok la nuova frontiera dei social sembra essere quantomeno inquietante. Con la nuova app “New New” sarà infatti possibile controllare o influenzare le scelte degli utenti tramite un sistema rivoluzionario.

Come funziona New New, la nuova rivoluzionaria app social

Le schermate dell'app
web source

New New nasce dall’idea di Courtne Smith, manager di vips come il rapper Drake, che la descrive come “un mercato azionario umano dove potete comprare azioni della vita di vere persone, per controllare le loro decisioni e guardare i risultati”. In poche parole, pagando una determinata cifra, sarà possibile prendere delle decisioni sulla vita degli utenti registrati sulla piattaforma.

Dal taglio di capelli al cibo da consumare, fino ad arrivare addirittura a scelte decisamente più importanti. Tutti gli utenti possono infatti creare dei sondaggi da inviare ai loro contatti e, in caso si voglia votare, bisognerà pagare.

LEGGI ANCHE: FACEBOOK, IN ARRIVO LIVE AUDIO ROOMS PER BATTERE CLUBHOUSE: LE NOVITÀ

Gli abbonamenti standard costeranno 3.5 dollari, con i quali sarà possibile influenzare le scelte degli utenti. Ma per le decisioni più importanti le cifre potranno essere ancora più elevate. L’app si propone di rispettare alcuni limiti, ma le preoccupazioni sul fatto che quest’ultimi potranno facilmente essere aggirati restano.

Inoltre le persone che proporranno un sondaggio dovranno anche fornire una prova. Supponiamo di far votare sul tipo di cibo da consumare per cena, una volta terminate le votazioni bisognerà pubblicare un video mangiando quel tipo di cibo. Insomma, un modo per monetizzare ma anche per subire un costante controllo che potrebbe portare a conseguenze e problematiche infinite.

L’app al momento è ancora in beta. A voi intriga l’idea o ne farete volentieri a meno?