Aurora dei The Jackal abbandona la Partita del Cuore: “Sei donna, non puoi stare qui”

Aurora Leone, componente del gruppo The Jackal, non parteciperà alla Partita del Cuore di domani sera. Le accuse che ha rivolto all’organizzazione sono molto pesanti

La Partita del Cuore è da sempre un evento benefico sinonimo di bontà, generosità e altruismo. Evidentemente non è sempre così. Ciò che Aurora Leone, componente del gruppo The Jackal, ha testimoniato ieri sera fa tornare indietro di diversi decenni, quando i diritti delle donne non erano così scontati come oggi. Una storia davvero triste, accaduta ieri nell’hotel nel quale alloggiava.

Aurora Leone
Aurora Leone (web source)

Per la prima volta da quando viene organizzata, la Partita del Cuore andrà in onda sulle reti Mediaset. L’appuntamento è per domani sera ma i fan dei The Jackal non potranno vedere i loro beniamini Aurora Leone e Ciro Priello. Pare che i due siano stati, secondo le loro testimonianze, addirittura cacciati dall’albergo nel quale stavano alloggiando. L’episodio è accaduto di sera, dopo cena.

Ma vediamo nel dettaglio tutto ciò che è successo. Aurora e Ciro hanno testimoniato ogni passaggio attraverso diverse stories su Instagram.

Ti potrebbe interessare ancheNapoli, altro che Allegri e Spalletti. Conceicao nuovo allenatore. Si aspetta l’ufficialità

Ciro Priello Instagram
Pagina ufficiale Instagram di Ciro Priello

“Sei donna, tu non puoi stare qui”

Partiamo dall’inizio. Ciro Priello e Aurora Leone sono stati convocati per giocare la Partita del Cuore. La Nazionale Cantanti sfiderà i Campioni per la Ricerca domani sera. Aurora nel pomeriggio di ieri aveva pubblicato alcune stories molto ironiche sul fatto che stesse alloggiando nell’albergo della Juventus. Per lei, nota tifosa del Napoli, la cosa non era proprio il massimo.

Ma l’ha presa con la solita ironia che la contraddistingue. Nel corso della cena in albergo è successo qualcosa che pareva impossibile potesse accadere. Gianluca Pecchini, direttore generale della Nazionale Italiana Cantanti, ha allontanato l’attrice “perché le donne non possono stare al tavolo delle squadre”. A quel punto Aurora e Ciro hanno chiesto spiegazioni, che evidentemente non sono state esaustive.

Pecchini non avrebbe ammesso repliche, nonostante i due The Jackal avessero mostrato le convocazioni ricevute via mail dagli organizzatori: “Ti alzare da qui, non farmi spiegare perché non puoi stare seduta qui, tu non puoi e basta”. A quel punto Ciro Priello e Aurora Leone sono stati invitati a lasciare il tavolo. Anzi, in realtà soltanto Aurora perché a Ciro, in quanto uomo, era permesso stare lì.

Quando la giovane napoletana ha spiegato di aver fornito anche le misure per avere il completino e che nelle mail era stato specificato che avrebbe giocato alcuni minuti, il signor Pecchini ha risposto: “Il completino lo puoi mettere anche in tribuna. Le donne non giocano. Queste sono le nostre regole e se non le volete rispettare dovete uscire da qua”. Subito dopo Ciro e Aurora sono stati cacciati dall’albergo, che si trova all’interno del J Village.

Leggi ancheIsola dei Famosi, Matteo Diamante accusa Angela Melillo: “Evviva il perbenismo”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da the Jackal (@_the_jackal)

Le scuse di Eros Ramazzotti ad Aurora Leone

Quando Ciro Priello ha sottolineato quanto quel comportamento fosse l’esatto opposto di tutti i valori che la Partita del Cuore dovrebbe diffondere, Pecchini non ha voluto sentire ragioni. Poche ore dopo l’accaduto, i due hanno ricevuto diversi atti di solidarietà. Andrea Mariano, detto Andro, dei Negramaro è stato il primo a scusarsi. Dopo di lui sono arrivati anche Eros Ramazzotti e Andrea Bettarelli, a nome della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

Nonostante la disavventura, Aurora e Ciro hanno comunque invitato i loro follower a donare a favore della ricerca. Aurora è una grande appassionata di calcio ed è stata spesso protagonista di alcune gag e commenti sulla pagina Instagram dei The Jackal. “Vorrei solo che quanto successo non metta in cattiva luce l’importanza della ricerca sul Cancro e di quanto fa la Fondazione”, ha commentato con profonda amarezza in una delle stories che ha pubblicato.