Altro che grande successo, Love Island fa flop e Giulia De Lellis rischia la bocciatura

Giulia De Lellis, il suo Love Island fa flop: futuro da conduttrice a rischio. Il programma di Real Time non ha avuto il successo sperato

Altro che grande successo, Love Island fa flop e Giulia De Lellis rischia la bocciatura
Altro che grande successo, Love Island fa flop e Giulia De Lellis rischia la bocciatura (websource)

E meno male che si era parlato di un grande successo. Love Island, il dating show condotto da Giulia De Lellis, è un sonoro flop. Il verdetto arriva dagli indiscutibili dati Auditel: dopo che il programma è stato lanciato anche in tv su Real Time, il responso degli ascolti è stato molto severo. Appena l’1% di share con meno di 1 milione di spettatori davanti alla tv per le prime due puntate del programma.

Nessuno chiedeva al programma di sbancare, ma nemmeno ci si aspettava un risultato così negativo. L’evidenza dell’insuccesso di Love Island è arrivata appena la trasmissione è sbarcata sulla tv ordinaria. Il primo appuntamento, infatti, è stato trasmesso solo su Discovery+ con la formula dell’on demand. Una soluzione che, ovviamente, non fa i conti con gli ascolti. Appena, però, il programma è stato messo alla prova dell’Auditel sono arrivati i dolori.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giulia (@giuliadelellis103)

Leggi anche – Giulia de Lellis lo fa e poi si pente, ma ormai il danno è fatto. Il fidanzato resta senza parole

Giulia De Lellis, gli ascolti tv puniscono il suo “Love Island”

E pensare che l’esordio di Giulia De Lellis era stato celebrato sui social: la performance della neo conduttrice aveva ricevuto consensi e una moltitudine di complimenti, ma evidentemente si trattava del grosso seguito che l’influencer ha su Instagram che aveva inciso sui giudizi. Al di là di eventuali demeriti della De Lellis, a decidere le sorti di un programma televisivo è sempre l’Auditel. Gli ascolti tv hanno il “potere” di decidere se una trasmissione deve andare avanti oppure no. E in questo caso, anche se Real Time è un’emittente che non fa dell’auditel una risorsa essenziale, il programma rischia in quanto è costato parecchio.

Secondo Dagospia, la produzione della trasmissione è molto delusa, e sembra praticamente certo che non ci sarà una seconda edizione del programma. Oppure, e sarebbe la prospettiva peggiore per la De Lellis, si potrebbe optare per una conduttrice più conosciuta ed esperta che possa attirare l’attenzione del grande pubblico televisivo. Chi non segue i social, infatti, non conosce Giulia De Lellis e questo non è certo un particolare da poco. Nemmeno i suoi 5 milioni di followers potrebbero “salvarla”.