Cristiano Ronaldo e il crollo delle azioni Coca-Cola in borsa: è una fake news

La notizia del crollo delle azioni in Borsa della Coca-Cola dopo il gesto di Cristiano Ronaldo agli Europei è una grande fake news

Cristiano Ronaldo e il crollo delle azioni Coca Cola in borsa: è una fake news
Cristiano Ronaldo e il crollo delle azioni Coca-Cola in borsa: è una fake news (websource)

Ha fatto molto discutere il gesto di Cristiano Ronaldo nella conferenza stampa di presentazione della partita del suo Portogallo contro l’Ungheria. Alla viglia della partita, prima di parlare con i giornalisti l’attaccante della Juventus ha spostato in modo seccato due bottigliette di Coca-Cola (sponsor degli Europei 2020) e ha preso in mano una bottiglina d’acqua. Ai presenti ha detto: “Acqua, bevete acqua”. Non si è capito se si sia trattato di un improvviso e discutibile messaggio “salutista”, oppure di una sorta di boicotaggio della nota bevanda.

Ciò che ha fatto discutere è che anni fa il portoghese era testimonial della Coca-Cola. Del resto è risaputo che il giocatore è un salutista convinto, non tocca alcuna bibita se non l’acqua, appunto. Dopo il gesto di Ronaldo e le tante polemiche sul web e sui social, si è sparsa la voce che le azioni della Coca-Cola sono crollate in Borsa, e in particolare in quella americana. Il senso è che Cristiano abbia fatto una poderosa e repentina cattiva pubblicità, portando la Coca-Cola a un crollo delle azioni addirittura del 5%. In realtà si stratta di una enorme fake news: come spiegato da Sportico.com le azioni Cola-Cola si scambiano a New York, dove la Borsa apre alle 9:30 ora locale.

Cristiano Ronaldo fa arrabbiare lo sponsor Coca Cola: che gaffe del campione
Cristiano Ronaldo fa arrabbiare lo sponsor Coca Cola: che gaffe del campione (websource)

Leggi anche – Cristiano Ronaldo fa arrabbiare la Coca Cola: la gaffe del campione

Cristiano Ronaldo e la fake news sulle azioni Coca-Cola

La conferenza stampa di Ronaldo è iniziata alle 15:45 (orario europeo), ovvero le 9:45 a New York. Con la conferenza stampa iniziata in quel momento (e la UEFA lo ha confermato due volte), il gesto nei confronti della bevanda  immediatamente avrebbe avuto subito evidenza sul grafico azionario. Invece, le azioni Coca-Cola erano già in calo dello 0,9% negli scambi tra le 9:30 e le 9:44, secondo i grafici di trading. L’azienda ha chiuso le contrattazioni di venerdì a 55,74 dollari e ha aperto lunedì in ribasso.

Alle 9:44, le azioni della Coca-Cola erano scese a 54,25 dollari, una perdita di 2,1 miliardi già dalla sua capitalizzazione di mercato, prima della conferenza stampa di Ronaldo. Anzi, a guardare bene i grafici di trading, la Coca-Cola in realtà è stata scambiata in rialzo dopo l’inizio della conferenza (forse perché Ronaldo ha toccato le bottiglie), andando a 55,21 dollari in cinque minuti. Probabilmente, il calo delle azioni nelle ore precedenti ha fatto pensare che il gesto di Ronaldo abbia inciso, in realtà le cose sono andate diversamente. Oppure, come ancora più probabile, la fake news è stata programmata ad arte.