Eriksen, scoperta la causa dell’arresto cardiaco: dovrà essere operato al cuore

Eriksen, la federcalcio danese: “Gli sarà impiantato un defibrillatore cardiaco”. La nota: “Decisione condivisa da Christian e la famiglia”

Eriksen, scoperta la causa dell'arresto cardiaco: dovrà essere operato al cuore
Eriksen, scoperta la causa dell’arresto cardiaco: dovrà essere operato al cuore (websource)

È stata scoperta la causa del malore che sabato scorso ha provocato un arresto cardiaco al calciatore dell’Inter e della nazionale danese Christian Eriksen. Come ha comunicato la Federcalcio Danese, al trequartista dovrà essere impiantato un defibrillatore automatico nel cuore per regolare il ritmo cardiaco. Per questo Eriksen dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico. L’apparecchio servirà a regolare in tempo reale eventuali aritmie future e impedire che il danese possa accusare di nuovo lo stesso problema.

La Federazione danese ha emesso un comunicato sui propri canali per gli aggiornamenti sulle condizioni del giocatore. “Al termine di approfonditi esami – si legge nella nota – è stato deciso di impiantare un defibrillatore. La scelta si è resa necessaria a causa dell’attacco di cuore accusato dal giocatore per disturbi del ritmo cardiaco”. Come si legge nel breve comunicato, Eriksen ha accettato la soluzione, condivisa anche da altri medici specialisti nazionali e internazionali. La Federcalcio danese ha invitato tutti a rispettare la privacy di Christian e della sua famiglia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Eriksen (@chriseriksen8)

Leggi anche – Eriksen, messaggio social dall’ospedale: le sue parole dopo l’arresto cardiaco

Eriksen dovrà operarsi al cuore: gli aggiornamenti

Non si conosce ancora la data dell’operazione al cuore, ma sicuramente seguiranno aggiornamenti. Il giocatore dell’Inter è ricoverato da sabato scorso al reparto di cardiologia del Rigshospitalet, a Copenaghen.

Non si sa ancora se questo intervento al cuore consentirà al calciatore di poter riprendere l’attività agonistica, ma di certo gli permetterà una vita normale. Il ct della nazionale danese, Kasper Hjulmand, alla vigilia della partita con il Belgio ha spiegato quanto sia importante l’assenza di Eriksen: “È un giocatore per noi insostituibile, è il cuore della squadra e il perno del gioco. Sappiamo che seguirà la partita dall’ospedale e farà il tifo per noi. Ci hanno detto che dalla sua camera vede lo stadio Parken, e questo lo farà sentire più vicino a noi. E’ molto probabile che Christian arrivi a sentire il boato del pubblico dopo un gol, mi auguro che questo possa accadere durante la partita”.

La Danimarca ha perso la partita d’esordio contro la Finlandia, proprio quella in cui Eriksen si è sentito male. La gara è stata sospesa al 50′ del secondo tempo, quando il calciatore si è sentito male, ed è ripresa alcune ore dopo con vittoria dei finlandesi per 1-0.