Euro 2020: Rudiger, morso a Pogba. Si apre un nuovo caso nella UEFA

Euro 2020, il morso di Rudiger a Pogba è un caso: Uefa pronta a intervenire dopo l’episodio accaduto durante la partita Francia-Germania

Euro 2020: Rudiger, morso a Pogba. Si apre un nuovo caso nella UEFA
Euro 2020: Rudiger, morso a Pogba. Si apre un nuovo caso nella UEFA (websource)

Ancora un morso durante una partita di calcio. Di nuovo, una competizione internazionale viene “scossa” dal curioso episodio. Da Suarez a Chiellini al Mondiale, fino a quello del laziale Patric in Serie A, senza dimenticare i celebri morsi degli altri sport, come quello di Mike Tyson a Holyfield. Ma i casi sono tantissimi e quasi si perdono nella lunga storia dello sport. L’ultimo in ordine di tempo è arrivato ieri, martedì 15 giugno 2021, durante la partita degli Europei tra Francia e Germania, valida per il primo turno del girone F.

Stavolta è stato il difensore tedesco Rudiger, giocatore del Chelsea ed ex Roma, che ha morso sulla spalla il francese Paul Pogba, centrocampista del Manchester United ed ex Juventus. Un morso dato da dietro, alle spalle del giocatore, durante un normale contrasto. Pogba ha subito fatto notare la cosa all’arbitro, che però non ha preso provvedimenti.

Leggi anche – Europei, stasera Italia-Svizzera: dove vederla in tv e streaming

Morso di Rudiger a Pogba: il francese non vuole punizioni

Proprio questa scelta potrebbe accendere i riflettori della UEFA, che sarebbe pronta a vederci chiaro e perfino ad aprire un’indagine. L’immagine del morso di Rudiger a Pogba ha scosso i social e fatto discutere. In particolare, si contesta l’arbitro e l’addetto al VAR che sono rimasti indifferenti all’episodio, che appare evidente. L’episodio è avvenuto al 45′ del primo tempo, e nemmeno le proteste del giocatore francese hanno colpito l’attenzione dell’arbitro.

Nel dopopartita Pogba ha spiegato: “Mi ha morso da dietro e un po’ l’ho sentito – ha detto il calciatore – l’ho detto all’arbitro che non ha fatto nulla, ma in quel momento mi aspettavo un cartellino giallo. Io, comunque, non voglio che Rudiger venga sanzionato”. La partita era ormai finita e il centrocampista ha spiegato che i due hanno subito fatto pace e la cosa è finita lì. Tuttavia, la UEFA incombe: non si esclude una possibile prova tv, che porterebbe il difensore tedesco a un concreto rischio di squalifica.