Giorgia Meloni, dalla politica al dramma da bambina: cosa le facevano

In una recente intervista Giorgia Meloni si confessa a cuore aperto. Tra le lacrime racconta della sua infanzia e il dramma: “Soffrivo”

Giorgia Meloni, dalla politica al dramma da bambina: cosa le facevano
Giorgia Meloni, dalla politica al dramma da bambina: cosa le facevano (websource)

Anche chi ha un pensiero politico diverso dal suo apprezza la capacità di Giorgia Meloni: unica leader donna di un partito in Italia. Tenacia, grinta e la capacità di porsi in modo semplice e diretto. Non a caso la sua compagine, “Fratelli d’Italia”, almeno stando ai sondaggi, conquista sempre maggiori consensi e potrebbe ottenere un ottimo risultato nelle prossime elezioni politiche. Un momento importante per la Meloni, che la maggior parte della gente conosce per la sua attività politica, ma non certo dal punto di vista umano e personale.

Eppure, la storia della 44enne romana è caratterizzata da un’infanzia difficile. Lo ha raccontato lei stessa in un’intervista di qualche settimana fa a “Verissimo“, dove da Silvia Toffanin ha confessato molti retroscena della sua giovinezza. Inoltre, Giorgia Meloni ha affidato ad un libro la storia della sua vita, sia dal punto di vista della carriera politica che da quello della sua vita privata. A “Verissimo”, la leader di Fratelli d’Italia ha ripercorso le tappe della sua vita, senza avere timore di mostrare la sua fragilità.

Saviano attacca il centrodestra, la Meloni si difende sui social
Giorgia Meloni

Leggi anche – Domenica In, duro attacco della Meloni: “Benvenuti in Corea del Nord” 

Giorgia Meloni racconta le sue esperienze con bulli e “haters”

Ha spiegato che la mancanza di suo padre le ha causato molta sofferenza, soprattutto quando ha dovuto gestire le difficoltà di molti “bulli” che la tormentavano e non la facevano vivere in pace. Fortunatamente, Giorgia ha anche raccontato che il ruolo di sua madre è stato prezioso. Tuttavia la sua è stata un’infanzia complicata, visto che il padre l’ha lasciata quando lei aveva appena un anno. Il papà della 44enne infatti, ha abbandonato la moglie e la figlia: vivendo alle Canarie non le incontrava quasi mai, fin quando la Meloni ha deciso di non volerlo più vedere.

E poi c’è la difficile vicenda legata al bullismo: come ha spiegato lei stessa “Mi chiamavano cicciona”. Da piccola Giorgia Meloni veniva presa in giro per il suo aspetto fisico. Difficoltà talvolta troppo pesanti per una bambina, ma come lei stessa ha ammesso, quegli atteggiamenti ostili le sono serviti a diventare più forte. “I nemici sono utiliha spiegato – perché ti fanno crescere e ti mettono in discussione“. Bulli e “odiatori” che non l’hanno abbandonata neanche oggi: addirittura, come lei stessa ha raccontato, in tanti le hanno augurato di abortire quando lei ha dichiarato di essere in dolce attesa. Davvero incredibile.