“È morta in maniera tragica. Non mi sono dimenticato di lei”: il dolore di Gianluca Grignani

Gianluca Grignani racconta il grandissimo dolore, struggente confessione a Verissimo: “È morta in maniera tragica. Non mi sono dimenticato di lei”.

In una lunga e struggente intervista rilasciata ai microfoni di Verissimo, nella puntata trasmessa il 16 ottobre, Gianluca Grignani apre il proprio cuore e si racconta a cuore aperto a Silvia Toffanin. Sono tanti gli argomenti di cui ha parlato il cantautore che si è lasciato andare ad inedite confessioni sui figli e sulla morte di una sua amica che non ha mai dimenticato.

gianluca grignani dramma
Screenshot da video

Papà di quattro figli, con una straordinaria carriera costruita nel corso degli anni, Grignani, nel salotto di Verissimo, si è lasciato andare a confessioni che hanno profondamente colpito il pubblico e Silvia Toffanin.

Il dolore di Gianluca Grignani a Verissimo: la morte dell’amica Stefania

Aprendo i cassetti dei ricordi, Grignani, a Silvia Toffanin, ha parlato dell’amica Stefania, morta a causa di una leucemia quando aveva 12 anni.

“Una mia amica, che si chiama Stefania, è morta di leucemia a 12 anni. È morta in maniera tragica. Non mi sono dimenticato di lei, Questo mi fa male, mi fa veramente male. Lei è morta…mi ha insegnato tanto. Non ci riesco“, ha raccontato Grignani.

LEGGI ANCHE—>Il dramma di Andrea Iannone: struggenti dichiarazioni

gianluca grignani verissimo
Screenshot da video

“Stiamo parlando di un’amica che è morta a 12 anni. Sono rimasto chiuso nello studio tre anni e mezzo, anche socialmente è un po’ che non mi faccio vedere. Il fatto che io pianga è perché sono libero”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE—>Dramma Ainett Stephens: la terribile storia della gieffina

Poi, le dichiarazioni d’amore per i suoi quattro figli. “Uno dei miei figli vuole fare l’architetto, l’altra mi piacerebbe che facesse letteratura, l’altro è ancora troppo piccolo e l’altro è intelligentissimo e bravo a scuola. Che papà sono? Non lo so, però riesco a farlo. La mia più grande soddisfazione è vedere che mia figlia prende un bel voto. Sono un padre permissivo, ma la libertà la devi considerare come la considero io. Se sei libero a casa mia, puoi fare quello che vuoi, ma devi considerare la libertà con i suoi valori e problemi e mia figlia l’ha capito. Sono molto fiero di lei”.