Recensioni Software

Recensione: Boxy 2 per macOS

Ormai abbiamo a disposizione centinaia di modi per comunicare, ma la posta elettronica rimane in uso nonostante sia una tecnologia del 1971. A quei tempi il presidente degli Stati Uniti era Richard Nixon, la gente piangeva la scomparsa di Jim Morrison ed Internet ancora non esisteva, ne è passato di tempo, ma ancora utilizziamo le Email.

Giustamente con il passare degli anni i servizi si sono evoluti e sono migliorati, e nel 2014 Google ha rilasciato Inbox by Gmail, che ben presto è diventato il mio “aggregatore” per la posta perché era curato, semplice e funzionale. Non era esente da difetti ovviamente: era compatibile solo con Google Chrome, e da utente macOS ed iOS, utilizzo Safari. Per iOS il problema non si pone, visto che è disponibile l’applicazione ufficiale, ma sul Mac non mi andava di installare Chrome solo per leggere la posta, fortunatamente due sviluppatori italiani (@frankdilo e @linuz90) hanno saputo risolvere questo problema, creando Boxy. Mi ha colpito fin da subito (tant’è che potete trovare anche un mio articolo che parla della prima versione) e non ho mai smesso di usarla, per questo sono contento di poter scrivere della nuova versione di Boxy, Boxy 2.

La cura per i dettagli.

L’applicazione funzionava già a dovere, e faceva tutto quello che ci si aspetta da un client di posta elettronica, ma la nuova versione va a perfezionare alcuni aspetti che migliorano ulteriormente l’esperienza d’uso. Le novità che più apprezzo sono sicuramente il nuovo tema bianco, molto pulito e semplice, le notifiche per le nuove Email e più opzioni per ingrandire il Font. Ottima anche la nuova gestione dei profili multipli e la possibilità di avere l’icona nella Menu Bar. L’elenco completo delle novità potete trovarlo sul sito ufficiale ma vi posso assicurare che l’applicazione vale il suo prezzo vista la cura maniacale per i dettagli, ma soprattutto vale l’aggiornamento visto che è gratuito se avete acquistato la versione precedente, avvenimento sempre più raro in un periodo dove quasi tutto va pagato tramite abbonamento annuale. L’acquisto rimane consigliato nonostante Inbox sia compatibile con Safari, perché preferisco sempre avere un applicazione dedicata. Ovviamente funziona solo con le caselle di posta abilitate ad Inbox (controllate bene prima di procedere con l’acquisto), se invece usate Gmail e non ancora Inbox dovete sicuramente dare una chance a questa sua naturale evoluzione perché nel mia caso mi ha permesso di organizzare in maniera più efficiente la posta, diminuendo il tempo perso dietro Email inutili.

Boxy  è disponibile sul Mac App Store per 5,49€.

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 20 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv.