Riscaldamento in casa, come consumare meno energia e risparmiare

0
124

Il freddo arriva e nelle nostre case si accendono i riscaldamenti: come risparmiare sul costo della bolletta

Riscaldamento in casa, come consumare meno energia e risparmiare
Riscaldamento in casa, come consumare meno energia e risparmiare (websource)

Sono arrivati i primi freddi, e l’autunno mite che ci ha accompagnato fino ad adesso sembra pronto a salutarci. Calo delle temperature decisamente brusco in tutta Italia, ed ecco che nelle nostre case si comincia a sentire più freddo. Complice anche il lockdown a macchia di leopardo che costringe a stare di più in casa, l’esigenza di un ambiente confortevole si fa sentire di più. E sempre a causa del Covid, la crisi economica impone di fare più attenzione sulle spese per il riscaldamento. Perché con il freddo che arriva si accendono i riscaldamenti, ma bisogna fare attenzione a non far schizzare le spese per il gas. Ecco perché bisogna ottimizzare il risparmio energetico, mantenendo comunque calda la propria casa. La prima cosa da fare è misurare la temperatura che c’è in casa. E’ importante per vedere se questa è la stessa in tutte le zone della casa. In questo modo sarà più facile regolare i vari radiatori.

Ti potrebbe interessare anche – Test della personalità: dalla foto scoprirai chi sei veramente

Riscaldamento domestico: come risparmiare sulla bolletta

Infine, non è detto che la temperatura impostata sia quella giusta: spesso è troppo alta. 20 gradi vanno bene, non serve andare oltre. Anzi, anche 19 gradi è una temperatura giusta per la casa. Un solo grado in meno fa risparmiare sulla bolletta il 5%: e non è poco. Importante anche non tenere il riscaldamento sempre acceso. Questo andrebbe spento per alcune ore, anche durante il giorno. La temperatura dovrebbe mantenersi costante. E’ chiaramente consigliato spegnerlo durante la notte, mentre siamo avvolti dal calore delle coperte. Anche la temperatura dell’acqua calda non deve essere troppo calda: 60 gradi va più che bene. Bisogna ricordarsi che si può regolare singolarmente ogni termosifone con le valvole termostatiche per la temperatura di ogni ambiente. Ricordarsi anche che la manutenzione dell’impianto di riscaldamento è un obbligo di legge. E infine, tenere presente che il miglior investimento che si possa fare per risparmiare è ammodernare l’impianto: digitalizzarlo per un facile controllo della temperatura e installare una caldaia nuova. Essendo più efficiente e moderna assicura senz’altro un significativo risparmio di energia e quindi di costi in bolletta che in questi tempi di crisi sono sicuramente da evitare.

Leggi anche – Chiara Ferragni: botta e risposta con l’ex fidanzata di Fedez