Naso chiuso: ecco perché ogni mattina ti svegli con il naso tappato

Ti succede ogni mattina o quasi, non importa quale sia la stagione: ti svegli con il naso chiuso. Ma perché succede? Ecco il motivo.

naso tappato
(fonte: Pexels)

No, per fortuna non è sintomo di Covid-19 o di qualche raffreddore che ti colpisce temporaneamente e solo durante la notte.

Ogni mattina, però, ti capita di svegliarti con il naso tappato, le narici tappate ed una sensazione strana.
Spesso, dopo aver fatto colazione, ti sei già dimenticato del problema che si risolve da solo ed in poco tempo.

Ecco perché ti devi… soffiare il naso tutte le mattine!

Ecco perché ti svegli la mattina con il naso chiuso

naso chiuso
(fonte: Pexels)

Facciamo una premessa importante: svegliarsi con il naso tappato capita veramente a tutti!

Soprattutto in questo periodo sconcertante, dove la minaccia del Coronavirus è sempre presente, svegliarsi con il naso chiuso, però, può fare veramente paura.
Per fortuna abbiamo delle buone notizie: quando la mattina ci svegliamo con il naso tappato non si tratta di un raffreddore estemporaneo!

Molto spesso, infatti, ci alziamo dal letto con la sensazione che qualcosa non va: non importa quale sia la stagione anche se, ovviamente, in inverno la sensazione è più frequente.
Cosa succede al tuo naso durante la notte? E perché ti sembra sempre di essere sul punto di raffreddarti?

La risposta ti sembrerà incredibile eppure è realtà: il naso chiuso al mattino rappresenta una forma di allergia.

Ogni giorno veniamo sottoposti a tantissimi agenti patogeni (il polline, la polvere, gli stessi batteri e virus) ed il nostro corpo lavora costantemente per “respingerli”.
Proprio per questo motivo, l’utilizzo della mascherina nella lotta al Covid-19 è così importante! Si tratta di uno strumento in più che impedisce ai batteri di raggiungere le vie respiratorie che sono quelle dalle quali è più “semplice” accedere al nostro organismo.
Sappiamo bene che la mascherina è scomoda e può creare problemi: qui trovi la soluzione al dolore dietro le orecchie o come puoi risolvere il problema delle lenti che si appannano.

Di certo, però, non possiamo dormire con la mascherina sul volto e tenerla anche di notte!
Ma cosa succede nel nostro letto durante la notte?
Semplicemente che tutti gli allergeni (gli agenti responsabili e scatenanti di questa particolare forma di allergia) hanno tempo e modo per concentrarsi su… di te!
Il letto, infatti, può raccogliere (e diffondere) tantissimi di questi elementi e, visto che stai dormendo, il tuo corpo fatica a reagire prontamente.
Per questo motivo lenzuola e federe dei cuscini andrebbero cambiate e lavate spesso ed è importante dormire in un ambiente sano, arioso e privo di “impedimenti”.

Quali sono i maggiori responsabili del naso tappato al mattino e cosa puoi fare a riguardo?

acqua sale e bicarbonato peril raffreddore
(fonte: web source)

Ecco una lista dei responsabili del tuo naso chiuso e qualche piccolo suggerimento per cercare di migliorare la situazione!

  • fumo di sigaretta: dovrebbe essere inutile dirlo ma meglio ribadire. Vietato, assolutamente vietato, fumare in camera! Il fumo, ovviamente, fa male e non aiuta quando si tratta di infezioni respiratorie e problemi legati al naso ed alla bocca.
    Se proprio non potete esimervi dal fumare le sigarette, ricordate: mai, mai e poi mai fumare in camera da letto.
  • peli di animali: gatti o cani che siano, purtroppo gli animali non dovrebbero dormire a letto con noi. Chi non riesce a rinunciare alla compagnia del suo amico peloso dovrebbe assicurarsi di pettinarlo al meglio prima di farlo entrare in camera ed essere sempre sicuro che il pelo sia pulito ed in buone condizioni.
  • polvere: una delle prime cause legate all’allergia “notturna” è proprio quella della polvere. Questo fastidioso composto si forma nelle nostre case, si deposita su ripiani, sui vestiti e sulle lenzuola e può creare veramente molti problemi.
    Oltre a pulire e spolverare costantemente, meglio fare attenzione a come abbiamo scelto di posizionare il nostro letto! Cercate di dormire senza “impedimenti” posizionati sopra la testiera: via a mensola, quadri, mobili o lampade particolarmente ingombranti.
    Sopra il vostro letto non dovrebbe esserci nulla!
  • muffa: si crea in ambienti umidi e malsani, proprio il contrario di quello che dovrebbe essere una camera da letto. Se trovate macchie di muffa è importante agire immediatamente per risolvere il problema! Evidenziate le cause (potrebbe trovarsi in un nuovo mobile che avete acquistato da poco o venire dai muri) e rivolgetevi ad un esperto. Potete anche provare ad usare un deumidificatore! Tra quelli naturali c’è il sale grosso che si usa non solo nelle scarpe (qui trovate perché) ma anche per deumidificare gli armadi.
  • odori particolari: una menzione speciale va fatta a tutte le lozioni, i profumi, le creme ed i gel che si usano per il corpo. Se vi svegliate ogni giorno sofferenti per il naso chiuso, vale la pena dare un’occhiata ai prodotti che usate per la cura del vostro corpo. Forse, tra di loro, c’è qualcosa o qualche elemento che agisce aggredendo il vostro naso. Il risultato? La mattina vi svegliate… senza respiro!
  • detersivi: infine il detersivo. Se la pulizia di federe e cuscini è fondamentale (così come quella di tutti i nostri indumenti, quindi anche pigiami e simili), ricordate che il detersivo che usate può scatenare una reazione allergica senza che voi ve ne rendiate conto.
    Niente di grave, per fortuna, ma abbastanza da peggiorare la vostra condizione! Date un’occhiata alla composizione del prodotto che usate e, in caso, fate qualche tentativo per vedere se la situazione migliora.
naso chiuso
(fonte: Pexels)

Se avete paura di aver contratto il Covid-19, ecco tutti i metodi per distinguere un raffreddore comune dal Coronavirus.

E ricordate, poi, che potete sempre provare il metodo dell’acqua sale e bicarbonato per curare il raffreddore!