Grande Fratello Vip 6, poker d’assi per Signorini: parlano i concorrenti

In attesa della nuova edizione del Grande Fratello Vip che partirà il 13 settembre, arrivano nuove indiscrezioni sui nomi del nuovo cast.

Grande Fratello Vip 6, poker d'assi per Signorini: parlano i concorrenti
Grande Fratello Vip 6, poker d’assi per Signorini: parlano i concorrenti (websource)

Del resto non manca molto: settembre non è così lontano e con esso arriverà la nuova edizione del Grande Fratello Vip. Alfonso Signorini è già al lavoro da settimane per comporre il nuovo cast, che – tuttavia – è lungi dall’essere ancora completo.

Nelle intenzioni del conduttore e “mente” del programma, c’è quella di dare in pasto al pubblico la migliore edizione di sempre, con personaggi “davvero” famosi e che abbiano carisma e personalità. Un po’ come accaduto nella scorsa edizione, che ha fatto il pieno di ascolti. Ma quale sarà il cast completo? Le domande circolano ormai da tempo, ma non ci sono ancora concorrenti ufficiali.

Leggi anche – Grande Fratello Vip, nome bomba per Signorini: il figlio d’arte fa discutere

Grande Fratello Vip, i nomi di due possibili partecipanti

In attesa di annunci circolano indiscrezioni: una di queste parla della partecipazione di Manila Nazzaro (fonte Blog Tivvù), ex concorrente di Temptation Island e in passato Miss Italia. Altro nome che circola è quello di Maria Monsé. Entrambe le potenziali protagoniste, tuttavia, hanno sviato l’attenzione dichiarando di non sapere nulla e di fermarsi alle “voci” che girano. Tuttavia entrambe hanno spiegato che parteciperebbero con piacere al reality, lasciando quindi aperta la possibilità che la loro partecipazione possa essere concreta.

Leggi anche – Cast stellare per il Grande Fratello Vip 2021: i nomi che fanno discutere

Addirittura, Maria Monsé ha glissato facendo riferimento a una questione “di scaramanzia”, segno tangibile che in realtà non vede l’ora di partecipare. Mentre la Nazzaro al Grande Fratello non si è mai vista, la Monsé ha partecipato al reality nell’edizione 2018, ma è stata eliminata subito. Un’apparizione che, di fatto, è passata inosservata.