Pesava 324: dopo Vite al limite, l’epilogo drammatico

Prima di partecipare a “Vite al Limite”: pesava ben 324 kg. Poi il cambiamento, ma purtroppo tutto questo non è bastato La triste storia

Le storie dei pazienti di “Vite al limite” colpiscono sempre l’immaginario del pubblico a casa. Tantissime persone si sono appassionate alle vicende del dottor Nowradan e degli obesi gravi che provano a ritrovare un peso accettabile dopo un lungo e difficile percorso. Alcune storie sono a lieto fine, perché grazie al by-pass gastrico (che è un punto di arrivo, ma anche di partenza) si riesce a ritrovare una condizione migliore.

Pesava 324: dopo Vite al limite, l'epilogo drammatico
Pesava 324: dopo Vite al limite, l’epilogo drammatico (websource)

Altre purtroppo, non vanno bene: di solito i motivi sono molteplici, ma tra questi c’è soprattutto la difficoltà mentale nel sostenere le durissime diete, ma anche le continue e gravi complicazioni di salute che sono sempre in agguato. Una delle storie che ha colpito di più il pubblico riguarda Henry Foots, che quando si presentò alla clinica di “Vite al Limite” pesava ben 324 kg.

Leggi anche – Pesava 308 kg: dopo Vite al limite, Donald Shelton stravolge tutto

Vite al limite, la triste storia del paziente che è guarito

Henry Foots
Henry Foots dopo la dieta

Un’infanzia difficile alle spalle, che lo portò a mangiare senza alcun controllo. L’uomo patì la totale mancanza di aiuto e si è ritrovato in condizioni disperate. Tuttavia, il dottor Nowzaradan ha studiato per lui un percorso efficace, che ha previsto prima una severa dieta e poi l’operazione. L’uomo è riuscito a perdere ben 193 chili e col peso di 131 kg si è potuto operare. Un grandissimo successo, anche perché il paziente ha continuato a perdere peso anche dopo l’operazione.

Leggi anche – Pesava 300 kg ed è stata la prima paziente di Vite al limite: oggi è irriconoscibile

Dopo aver trovato lavoro come autista si è dovuto operare più volte per rimuovere la pelle in eccesso, ma purtroppo la sua nuova vita è durata poco. L’uomo, che già aveva subito un arresto cardiaco durante uno di questi interventi, ha avuto un grave malore mentre lavorava. Un incidente ha provocato la morte di una persona. Dopo qualche mese, purtroppo è venuto a mancare anche lui: le cause non sono state rese note, ma dovrebbe essere stata una morte naturale.