“Ho avuto momenti bui”: il dramma della famosa attrice

La famosa attrice parla del suo momento buio: “Ho chiesto aiuto psicologico. Entrare e uscire dalla sala operatoria è destabilizzante”

Un’attrice italiana molto apprezzata, soprattutto dal pubblico maschile, ha vissuto una storia personale molto difficile. Ad affliggerla dei seri problemi di salute, che lei ha avuto nel recente passato e che, con coraggio, ha sempre raccontato attraverso i social. Un modo per condividere le sue difficoltà con i followers e i suoi tanti ammiratori, e perché no trovare un po’ di conforto.

"Ho avuto momenti bui": il dramma della famosa attrice
“Ho avuto momenti bui”: il dramma della famosa attrice (websource)

Ma la condivisione dei suoi momenti difficili l’hanno anche fatta conoscere meglio a un pubblico più vasto, che proprio in merito alle sue difficoltà ha avuto modo di apprezzarla e di conoscerla. Ora che tutto sembra finito, l’attrice ha scritto un libro nella quale racconta la sua esperienza: si chiama “PS, scrivimi sempre”. L’attrice ha scoperto nel 2009, ormai 12 anni fa, di essere malata di endometriosi. Una malattia che poteva renderla sterile, ma per fortuna è riuscita ad avere sua figlia Martina.

Leggi anche – Alba Parietti, chi è: età, altezza, amori e la lotta vinta contro la malattia

La nota attrice racconta la sua sofferenza: “Ho chiesto aiuto psicologico”

Tuttavia la malattia è stata un vero e proprio calvario. Ha subito molte operazioni chirurgiche, compreso quest’ultimo anno. Così tanti interventi che ha raggiunto il limite, e ora non può più farne. Si tratta di una malattia cronica invalidante, sia dal punto di vista psicologico che fisico. L’attrice è Laura Torrisi e ha raccontato la sua difficile esperienza a Verissimo. “Quando ero sul set di “L’Onore e il rispetto” prendevo molti antidolorifici per arrivare a fine giornata”, ha raccontato.

Laura Torrisi
Laura Torrisi (websource)

Leggi anche – La famosa attrice sconvolta rivela: “L’ho visto, era seduto sul divano”

Lei è la compagna di Leonardo Pieraccioni, che è il padre della piccola Martina. “Nei momenti più brutti – ha raccontato la Torrisiho dovuto chiedere aiuto psicologico perché è difficile comprendere un dolore del genere, anche per i familiari e gli amici. Loro pur standomi vicino non riuscivano a comprendere in pieno la mia sofferenza. Tutte quelle operazioni – ha concluso – ti sfiancano. Sia dal punto di vista fisico che morale”.