Yara, anticipazioni del drammatico film in onda su Canale 5

La drammatica storia di Yara Gambirasio, la ragazzina uccisa a Brembate di Sopra (Bg) nel novembre del 2010. Pronto un film su di lei

La drammatica vicenda di Yara Gambirasio ha sconvolto l’Italia intera. La ragazzina all’epoca 12enne brutalmente aggredita e lasciata morire in un campo nella provincia di Bergamo. Un caso giudiziario che ha inchiodato tutto il paese davanti alla tv. Delle complicate indagini basate prima sulla ricerca del profilo dna dell’assassino e poi sull’arresto dell’unico sospettato, Massimo Bossetti, poi condannato all’ergastolo.

Yara, anticipazioni del drammatico film in onda su Canale 5
Yara, anticipazioni del drammatico film in onda su Canale 5 (websource)

Su questa triste storia di cronaca nera italiana è stato realizzato un film, diretto da Marco Tullio Giordana e intitolato semplicemente “Yara“. L’opera, da Graziano Diana e co-prodotto da Taodue, Netflix e RTI, è già disponibile sulla piattaforma streaming e a breve sarà trasmessa da Canale 5. Si tratta di un lavoro a metà strada tra il film narrativo e il documentario. Le indagini vengono condotte dal pm Letizia Ruggeri (tutti i nomi sono reali).

Leggi anche – Test: come sei in amore? Scegli un film e scopri tutto

Yara, arriva anche in chiaro il film sull’omicidio della piccola Gambirasio

Il magistrato è interpretato da Isabella Ragonese, mentre il ruolo di Bossetti è stato affidato a Roberto Zibetti, che colpisce per l’impressionante somiglianza con il condannato. Nel film si vedono anche Alessio Boni e Thomas Trabacchi, che interpretano gli unici due personaggi creati di fantasia in funzione della narrazione. Nel ruolo della piccola Yara c’è la giovanissima attrice Chiara Bono,  mentre i suoi genitori sono interpretati da Mario Pirrello e Sandra Toffollatti.

Leggi anche – Trovate delle ossa vicino alla casa dove vivono Harry e Meghan Markle: è giallo sui duchi del Sussex?

La trama è ovviamente conosciuta: si ripercorrono le ultime ore di vita della piccola ginnasta, ma soprattutto le indagini e le fasi del processo. Ritmi lenti, atmosfere piovose e un mix tra il reportage giornalistico e la narrazione. Disponibile on demand su Netflix dal 5 novembre, la pellicola arriverà in oltre 70 paesi nel mondo. Sulla piattaforma ha avuto grande successo, e oltre che su Canale 5 sarà trasmesso anche su Mediaset Infinity.