Monica, moglie Alberto Angela: un amore discreto e riservato

La moglie di Alberto Angela si chiama Monica: ecco chi è la donna che ha rubato il cuore del noto divulgatore scientifico

Alberto Angela è probabilmente il divulgatore scientifico più apprezzato e amato in Italia. Ha raccolto l’eredità di suo padre Piero, e da anni presenta programmi di approfondimento molto interessanti e apprezzati. Oggi, nel giorno di Natale, presenterà al pubblico una puntata dedicata a Napoli e alle sue bellezze.

Monica, moglie Alberto Angela: un amore discreto e riservato
Monica e Alberto: un amore discreto e riservato (websource)

Un piccolo regalo per le famiglie in una giornata speciale. Forse non tutti conoscono la vita privata del giornalista: si tratta di una persona riservata che tiene al riparo i suoi affetti dai riflettori. Alberto è sposato con Monica, sua moglie. I due hanno tre figli. Si sa davvero poco della signora Angela, anche perché lei non lavora nel mondo dello spettacolo.

Leggi anche – Riccardo, Edoardo e Alessandro, figli Alberto Angela: stesso fascino del papà

Alberto Angela e l’amore con la moglie Monica: il retroscena è drammatico

E’ originaria di Parma ed è dedita alla sua famiglia: non si conosce nemmeno la sua professione, ma ciò che è certo è che lei e Alberto Angela hanno tre figli. Si tratta di Riccardo, nato nel 1998, Edoardo nato nel 1999 e Alessandro, arrivato nel 2004. Tempo fa il dilvugatore raccontò che l’amore per sua moglie e la famiglia gli ha consentito di superare momenti molto difficili, come il rapimento che ha subito in Nigeria molti anni fa.

Leggi anche – Rai1, lo speciale di Ulisse: Alberto Angela affronta un problema importante

Alberto Angela con la moglie Monica
Alberto Angela con la moglie Monica (websource)

L’episodio è drammatico, in quanto il divulgatore rischiò la vita. “Ci fu un assalto al quale seguirono 15 ore di terrore. Eravamo sotto tiro e io sono stati picchiato. Ci fu molta violenza, non capivamo cosa volessero. Chiedevano di tutto, dalla droga ai soldi, e ci chiedevano se fossimo spie. Ci hanno terrorizzato e in quel momento pensare all’amore di mia moglie mi ha aiutato a resistere”, ha raccontato Alberto nella sua terribile esperienza.