Doc 2, Luca Argentero spiazza i fan: cambia tutto

Doc – Nelle tue mani, Luca Argentero svela di cosa si parlerà nella seconda stagione. Dal 13 gennaio su Rai1 i nuovi episodi tornano in onda

Finalmente l’attesa sta per finire: la serie tv “medical” di Rai 1, Doc – Nelle tue mani, è pronta a tornare. Pochi giorni e l’inizio del nuovo anno porterà il lieto appuntamento per il pubblico della serie con protagonista Luca Argentero. Appuntamento il 13 gennaio con la prima puntata della seconda stagione, con le vicende del dottor Andrea Fanti e dei suoi collaboratori.

Doc 2, Luca Argentero spiazza i fan: cambia tutto
Doc 2, Luca Argentero spiazza i fan: cambia tutto (websource)

Con Argentero ci saranno Matilde Gioli, Sara Lazzano, Gianmarco Saurino e il nuovo arrivo Giusy Buscemi. Grandissima l’aspettativa dopo lo straordinario successo della prima stagione: andò in onda nel 2020, quando tutti erano chiusi in casa per il lockdown a causa del Covid. Pur essendo a tema medico, le tematiche erano molto diverse dall’attualità che si viveva, e anche per questo la fiction ha avuto un successo incredibile.

Leggi anche – Doc – Nelle tue mani, ufficiale: arriva l’annuncio che tutti stavano aspettando

Merito dell’originale storia (basata su una storia vera) e dell’innegabile bravura del protagonista Luca Argentero. E proprio a proposito di pandemia, questa volta essa sarà presente nella storia, seppur non in modo assoluto. “Ci concentriamo sul Covid cercando di andare oltre le emergenze della pandemia – ha spiegato Argentero in un’intervista – diciamo che il Coronavirus farà più che altro da sfondo”.

Leggi anche – Doccia fredda al GF Vip: gieffino mollato dalla fidanzata

Il cast di Doc - Nelle tue Mani
Il cast di Doc – Nelle tue Mani (websource)

“La storia, invece, si incentrerà su Fanti e i suoi casini per rimettere a posto la sua famiglia. Sarà in perenne lotta col passato e non riuscirà a farsi una nuova vita se prima non avrà chiuso tutti i conti”, ha concluso l’attore. Infine, circola già voce di una terza stagione: l’ipotesi non è stata smentita, ma in ogni caso ci vorrà tempo. Prepariamoci, intanto, a goderci questa seconda.