Don Matteo 13, clamoroso colpo di scena? Retroscena choc su Terence Hill

Don Matteo 13 ritornerà in onda da marzo in prima visione su Rai 1. Terence Hill, però, non sarà più il protagonista dell’amata fiction

Sale sempre di più l’attesa per la prossima stagione di Don Matteo, la fiction di Rai 1 arrivata ormai alla tredicesima edizione. Sarà un appuntamento storico, perché vedrà l’addio di Terence Hill, il protagonista indiscusso (Don Matteo è lui) che lascia per sopraggiunti limiti di età e ha scelto di riposarsi dopo decenni di carriera.

Don Matteo 13, clamoroso colpo di scena? Retroscena choc su Terence Hill
Don Matteo 13, clamoroso colpo di scena? Retroscena choc su Terence Hill (websource)

Al suo posto arriverà Raoul Bova, che “pian piano” prenderà il suo posto nei panni di Don Massimo. Tuttavia, la serie non cambierà nome, nemmeno in futuro. A tal proposito sembra già certo che si andrà avanti almeno per un’altra stagione, ossia la numero 14.

Don Matteo 13, con Terence Hill non è finita: nuovi retroscena

Raul Bova è stato ospite a Sanremo nella prima serata, e ora non resta che attendere la prima puntata. Sull’addio di Terence Hill è spuntato un giallo: ci sarebbero voci secondo cui sia stata la Rai a salutare il protagonista, e non viceversa. Questo perché Hill aveva fatto delle richieste aggiuntive che l’azienda non ha accettato.

Leggi anche -> Don Matteo, clamoroso retroscena: salta fuori tutto dopo l’addio di Terence Hill

Terence Hill e Raoul Bova
Terence Hill e Raoul Bova (websource)

Sempre secondo queste indiscrezioni, l’attore di origini americane aveva chiesto di strutturare Don Matteo su sole 4 puntate e non le 10/12 canoniche. Il motivo era proprio la stanchezza e le sue energie limitate.

Leggi anche -> Don Matteo 13, arriva l’addio più doloroso: è tutto vero

La risposta dell’azienda sarebbe stata negativa, e quindi si è deciso di proseguire con Raul Bova. Sarà davvero così? Di certo il passaggio di testimone avverrà proprio alla quinta puntata, e questo ci fa pensare che – forse – un fondo di verità c’è.