Alessandro Borghi e la sindrome di Tourette: la confessione

Alessandro Borghi è senza dubbio tra gli attori più amati del cinema. Pieno di talento, affascinante e dalla bellezza mozzafiato, anche lui in realtà vive un dramma molto difficile da affrontare. Lo vive sulla propria pelle, e non riesce a non raccontarlo ai fan che lo sostengono da sempre. Ne parla con schiettezza e sincerità, per esser d’aiuto e per sensibilizzare il mondo pieno di pregiudizi.

Le parole dell’attore di Supereroi dal 23 dicembre 2021 al cinema, Alessandro Borghi è un vero artista a 360°. Lo si può definire un professionista proprio per i lavori e i progetti portati avanti, è un attore di altri tempi. Preciso nell’interpretazione, ciò che più gli interessa è riuscire a vestire i personaggi che interpreta nel modo più intimo e personale possibile. Caratteristiche lodevoli, specialmente quando si viene a conoscenza del morbo di cui soffre. Le parole sono forti, specialmente per chi non sa molto su questa patologia. Si chiama Tourette e il nome a molti spaventa, ma ecco che la sua confessione contribuisce a fare maggiore chiarezza.

Alessandro Borghi
fonte: https://www.instagram.com/alessandro.borghi/

Parlare di argomenti di questa delicatezza non è facile, e solo una persona con una grande sensibilità come Alessandro Borghi potrebbe farlo. Il pregiudizio e la paura si combinano in un mix che aumenta la dose di isolamento e discriminazione, le due piaghe che tanto fanno parte della nostra società.

Sembra assurdo, ma quando si parla di malattie non tutti riescono a vederle allo stesso modo, tanti si spaventano e preferiscono escludere. Fortunatamente non solo l’attore, ma anche personaggi di spicco come gli influencer parlano di questi problemi. E’ il caso del male che ha colpito Valentina Ferragni, la sorella dell’imprenditrice digitale più famosa del mondo, Chiara Ferragni.

Insomma, non importa quanto successo, fama e soldi si possegga, le difficoltà della vita esistono per tutti. L’aspetto più apprezzato è proprio il fatto che personaggi del mondo dello spettacolo di questo livello, parlino di temi così importanti, sfruttando al meglio la posizione di privilegiati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il dramma di Gianluca Vialli: parole da brividi

Alessandro Borghi racconta tutta la verità sulla Tourette

Tra i tanti dolori, c’è chi ha dovuto dire addio troppo presto ad un parente amato. Si tratta della campionessa che ricorda il fratello scomparso, il gesto ha toccato l’anima di tantissimi, anche quella di chi non conosceva i personaggi in questione. La vita è un dono prezioso, bisogna averne cura, anche quando come per Alessandro Borghi arrivano delle malattie di cui se ne disconosce l’esistenza e piombano con irruenza come dei fulmini a ciel sereno. Ecco il racconto che spiazza e l’inedita verità.

Alessandro Borghi
fonte: https://www.instagram.com/alessandro.borghi/

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il dramma del passato della moglie di Max Pezzali

L’attore da poco riapparso sul grande schermo con Supereroi come detto pocanzi, è tornato con questa confessione inedita che spiazza chiunque. La tourette è una sindrome scoperta nell’Ottocento da Georges Gilles de la Tourette.

E’ un disturbo neurologico che pone chi è affetto a compiere dei tic multipli ripetuti. Si tratta di spasmi che non hanno alcun significato dalle parole e le azioni che il soggetto sta compiendo, perché arrivano e non si possono placare.

Credere che un attore possa avere questa patologia sconvolge, ma è così. Questo dipende dal fatto che è una malattia che si manifesta in modi differenti, c’è chi ne è affetto in maniera maggiore, quindi è più evidente, altri meno.

E’ il caso dell’attore che credeva semplicemente di avere qualche tic, come tutti, ma in realtà la diagnosi è stata differente. Ogni tanto ha degli spasmi per cui respira diversamente, ad esempio soffiandosi le dita. Dopo aver saputo la verità, non si è gettato nello sconforto, anzi ha finalmente ripreso coscienza di sé, perché ha scoperto cosa lo affligge.

E come fa a recitare? Proprio per il lavoro in questione “veste i panni di altre persone”, per cui così riesce a contenere il tic. Quando compaiono questi spasmi ovviamente non si tratta sempre di Tourette, ma potrebbe essere un disturbo ossessivo compulsivo o un deficit dell’attenzione. 

Insomma, parlare di argomenti del genere permette di far chiarezza e sensibilizzare su argomenti poco conosciuti, compiendo un gesto di grande valore e spingendo le persone a fare le giuste indagini sulla propria salute.