Felicissima Sera, lo sketch di Pio e Amedeo fa discutere il web

L’ultima puntata di Felicissima Sera non è ancora andata in onda ma la polemica è già iniziata. Pio e Amedeo hanno esagerato?

felicissima sera
(fonte: web source)

Il duo comico ha annunciato uno sketch che sta facendo discutere e che andrà in onda questa sera nell’ultima puntata del loro show.

Pio e Amedeo vorrebbero pronunciare le parole “che non si possono dire in TV”, con l’idea di combattere il politically correct.

La risposta dell’opinione pubblica, però, non si è fatta attendere.

Felicissima Sera e lo sketch sul linguaggio in TV

Stiamo preparando per l’ultima puntata in pezzo molto, molto forte su quello che si può e non si può dire in TV. Dalla N word, come la chiamano adesso, fino alle alternative alla parola gay ma denunciando il fatto che il problema non è nella lingua ma nella testa e nell’educazione“.

Queste le parole pronunciate dai presentatori dello show Felicissima Sera intervenuti nella giornata di ieri a TvTalk. Una dichiarazione che ha fatto scalpore, soprattutto su Internet, dove si è già scatenata una discussione veramente molto accesa.
Il duo di comici pugliesi, infatti, ha deciso di prendere posizione e commentare, alla loro maniera, le ultime notizie in fatto di discriminazione e, come sostengono loro, politically correct.

LEGGI ANCHE –> Pio e Amedeo, frecciate a Barbara D’Urso e Ilary Blasi

Lo sketch arriva dopo due notizie decisamente importanti. La prima è la denuncia da parte di Diet Prada (un famoso profilo Instagram che espone spesso problematiche legate al razzismo nel mondo della moda) dello sketch offensivo per la comunità asiatica di Gerry Scotti e Michelle Hunziker.Vi avevamo raccontato qui cosa era successo ed anche delle scuse (arrivate in ritardo) e non proprio esaustive di Michelle Hunziker.

Di ieri, invece, la notizia che la Rai ha bandito la black face dai suoi show, con un riferimento particolare al talent show Tale e Quale. Numerosi interpreti, infatti, decidevano ancora di scurirsi il volto con un fondotinta nero per imitare artisti di colore.

Lo sketch di Pio e Amedeo, che sarà mandato in onda questa sera durante l’ultima puntata del loro show, Felicissima Sera, “criticherà” questi provvedimenti e inneggerà (almeno secondo loro) alla lotta contro il politically correct. La reazione del web, comunque, non si è di certo fatta aspettare.

Pio e Amedeo e lo sketch sulle persone di colore ed omosessuali: la reazione del web

Com’era normale, la reazione non si è fatta attendere. In molti stanno difendendo lo sketch che, non essendo ancora andato in onda, deve ancora essere giudicato per quello che è. Tantissime altre persone, però, si stanno esprimendo con parole decisamente dure nei confronti del duo comico, sostenendo che di comico, questo sketch, non ha assolutamente nulla.

Di certo viene da chiedersi perché Pio e Amedeo (bianchi, uomini ed eterosessuali) sentano il dovere di esprimersi su un argomento che non li riguarda.
Che loro non si sentano offesi da determinate terminologie è indubbio: non sono mai stati discriminati (veramente) per la loro pelle o per il loro orientamento sessuale.
Il pubblico, quindi, si è diviso in due fazioni.

C’è chi sostiene che guarderà comunque lo sketch, convinto che sia una trovata brillante per sottolineare l’ipocrisia di questi tempi, e che invece ha deciso di boicottare il programma e sta cercando di educare gli altri al rispetto ed all’educazione (quella vera).
Una provocazione arriva anche dal profilo Twitter di Stefano Guerrera, creatore della pagina Instagram seguita da molti Se i quadri potessero parlare.

La sfida è certamente interessante: se la lotta è al politically correct, quello vero, perché non mettere in mezzo anche la religione? Ovviamente la provocazione serve solo a far riflettere ma il dibattito sta già facendosi sentire ed interessando il mondo di Internet. Per scoprire cosa succederà, però, dovremo attendere l’ultima puntata di Felicissima Sera.