Puzza di pesce nella lavastoviglie: come eliminarlo senza fatica

La puzza di pesce non piace a nessuno, neanche agli amanti delle portate che hanno per protagonisti i fatidici animali del mare. L’odore in questione è così forte che rimane negli utensili da cucina anche dopo averli lavati più e più volte, per quale ragione? I prodotti hanno di per sé una fragranza intensa, ma c’è un rimedio per eliminare l’odoraccio una volta per tutte. 

Le stoviglie sono tra le cose che più vorresti che profumassero. Se emanano un cattivo odore sembrano essere inutilizzabili. Tra tutti i sensi quello dell’olfatto è quello che senza dubbio è il più iconico e individuabile, perché qualsiasi sensazione che compete tutti gli altri, inizia proprio da questo. Diciamo che la punta del nostro naso è un efficace radar naturale che ci accompagna in tante azioni quotidiane. Soprattutto nel mangiare, figuriamoci se quando gustiamo una bella fetta di carne sentiamo l’odore del pesce della settimana scorsa, che orrore! Per evitare questo inconveniente ho una soluzione perfetta per te che risolverà questo problema.

puzza pesce
fonte: https://pixabay.com/it/photos/stoviglie-piatti-ristorante-vino-6713978/

Tra tutti i cattivi odori la puzza di pesce è senza dubbio una nemica ostinata, ma si tratta pur sempre di un prodotto che piace a molti, tanto che c’è chi predilige mangiarlo crudo quando è freschissimo.

Specialmente per chi segue una dieta onnivora, questo alimento è ricco di principi nutritivi e proprietà che fanno bene alla salute, quindi di conseguenza eliminarlo, a meno che non si scelga una dieta vegana o vegetariana, è difficile.

Insieme ad altre puzze è nel podio delle peggiori, ma se esiste un rimedio pratico ed efficace per la puzza delle uova, figuriamoci se non esiste per il pesce!

Sei pronto a scoprire i trucchi del mestiere? Rimarrai sconvolto per la semplicità ed economicità della soluzione che ho da svelarti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Come pulire l’asciugatrice: i trucchi salvavita

Puzza di pesce? Ecco come farla andare via!

Lavare correttamente le stoviglie e rendere la casa pulita è profumata è fondamentale non solo per quanto riguarda l’odore sgradevole, ma anche per salvaguardare la salute. Se non si igienizzano accuratamente gli strumenti della cucina questi potrebbero a loro volta accumulare germi e microbi che poi si diffondono in altro cibo e posate. Di conseguenza arrivano fino al nostro organismo creando dei danni importanti. Per la stessa ragione anche la manutenzione del frigorifero è fondamentale e facile da fare con dei trucchi, ma bisogna pur sempre porla in essere. Ecco perché ti svelo una tecnica imbattibile per tempo ed economicità.

puzza pesce
fonte1.https://pixabay.com/it/photos/pesce-orata-asparago-2230852/

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pareti di casa: come pulirle senza fatica

Se credi che per portare a termine questa faccenda ti servano chissà quali strumenti e spendere tanti soldi, ti sbagli di grosso. La vera soluzione è in una tecnica approvata e utilizzata da molti, la quale è diventata una vera garanzia.

Se decidi di lavare tutto a mano, ti servirà dell’aceto di vino bianco e del bicarbonato. Il consiglio principale è quello di agire nel modo più rapido possibile, ma se non puoi non fa niente, ma segui queste dritte. Non lavare subito piatti e posate con acqua calda, ma sciacqua tutto in acqua fredda.

E’ corretto usare l’acqua calda dato che sgrassa a fondo, ma è anche vero che trattiene gli odori. Dopo metti in ammollo sempre in acqua fredda per 10 minuti con bicarbonato, un bicchiere di aceto di vino bianco e un quarto di detersivo per i piatti.

Lava tutto come hai sempre fatto, e niente puzzerà di pesce! Stessa cosa per la lavastoviglie, ma attento a non mettere oggetti smaltati, potrebbero danneggiarsi. Fai le operazioni sopra menzionale nella fase iniziale e poi metti nel cestello del brillantante dell’aceto di vino bianco e se lo preferisci oltre al bicarbonato anche mezzo succo di limone.

Un altro trucco più particolare e meno conosciuto, ma il cui risultato è garantito, consta nel cospargere con delle foglie di umide i piatti precedentemente passati sotto l’acqua fredda.

Infine, potresti optare per la candeggina, ma la sconsiglio proprio perché non fa bene alla salute se ne rimangono dei residui. Inoltre potrebbe essere eccessivamente corrosiva. Insomma, hai l’imbarazzo della scelta, metti in atto questa tecnica, non te ne pentirai!