Victoria De Angelis: le crepe nel passato della bassista dei Maneskin

Victoria De Angelis svela il suo passato e si racconta senza filtri: la bassista dei Maneskin conquista tutti con la sua sincerità.

21 anni, talentuosa, con le idee chiare su ciò che vuole dalla vita e bellissima, Victoria De Angelis, insieme agli amici Damiano David, Ethan Torchio e Thomas Raggi con cui ha dato vita al progetto dei Maneskin partendo prima dalla scuola e poi da Via Del Corso a Roma, sta conquistando il mondo. Sempre più amata dai fans della band, Victoria regala sempre un sorriso e una foto alle persone che incontra. Gentile, disponibile e umile, Victoria è considerata l’anima del gruppo.

victoria de angelis
Fonte https://www.instagram.com/vicdeangelis/

Pur essendo giovanissima, però, Victoria ha dovuto già superare dei momenti difficili. A raccontarlo è stata lei stessa in un’intervista rilasciata a Elle. Oggi, la bassista dei Maneskin, diventata un’icona da seguire per tante ragazze che, ora, sognano d’imparare a suonare il basso come lei, gira il mondo insieme a Damiano, Ethan e Victoria.

Eppure c’è stato un periodo nella sua vita in cui Victoria non riusciva ad uscire di casa al punto da aver perso un anno di scuola.

Victoria de Angelis: “Così ho superato gli attacchi di panico”

Dopo aver raccontato a Elle di non aver mai sopportato le etichette e gli stereotipi al punto che, quando era solo una bambina e aveva sei anni “avevo proprio il rifiuto per tutte le cose ‘da bambina’: facevo skate, tenevo i capelli corti, mi vestivo da maschio. Non indossavo gonne, non perché non mi piacessero, ma per reclamare la chance di essere me stessa. Il rock ha incarnato quello slancio di libertà”, Victoria ha raccontato di aver imparato a non mascherare le cose che la fanno soffrire.

victoria de angelis
Fonte https://www.instagram.com/vicdeangelis/

LEGGI ANCHE—>I Maneskin hanno scritto Zitti e Buoni alcuni anni fa: ecco la prova

Tra le cose che più hanno fatto soffrire Victoria ci sono gli attacchi di panico. “Ero una ragazza spensierata, a 14 anni mi sono ritrovata a non voler più uscire di casa, ho perso un anno di scuola. C’era qualcosa di rotto in me e non sapevo come ripararmi. Prima me ne vergognavo, ora non ho più bisogno di nasconderlo“.

LEGGI ANCHE—>Damiano David dei Måneskin lo aveva previsto da bambino: “L’ho scritto in un tema”

Come è riuscita a superarli? Con l’aiuto della famiglia, degli amici, della musica e della sua band diventata ormai la sua famiglia.