Tag: review (Page 1 of 11)

DSC01541

Recensione: Aukey Aolly PB-A1A Powerbank 3300 mAh

Grazie ad Aukey sto provando in questi giorni un altro fantastico powerbank di questa azienda, più nello specifico il modello PB-A1A da 3300 mAh che si distingue dagli altri attualmente sul mercato per via della sua particolare costruzione in lega di zinco.

Read More

DSC01502

Recensione: Aukey Leather Case per LG G3

DSC01502Di cover per i nostri prodotti ne possiamo trovare di moltissimi tipologie differenti fra loro, fra cui le così dette flip cover ovvero quelle che proteggono il retro del dispositivo ed hanno anche una patta pieghevole sulla parte frontale. Aukey ha pensato di realizzarne una simile per LG G3, prendendo spunto dal prodotto originale realizzato dalla casa coreana.

DSC01503Confezione:

All’interno della confezione abbiamo solamente la cover, niente di più nè di meno. D’altronde cosa ci volevamo aspettare?

DSC01505Design e dimensione:

Questa cover si presta ad essere, come detto anche nel nome, slim anche se purtroppo questo aggettivo in parte non le si addice. Seppur la back cover non renda più di tanto spesso lo smartphone, il tessuto della patta anteriore applicato con della colla sul retro sembra alquanto “pericoloso” e potrebbe creare qualche fastidio nell’uso con dei jeans. Ottimi i materiali leggermente gommati che la rendono veramente solida e piuttosto robusta. Unico neo, secondo me, sta nelle feritoie scoperte nella zona inferiore e superiore.

Videorecensione:

DSC01504Conclusioni:

Se non volete spendere 30 euro per la cover originale, questa Aukey fa tranquillamente al caso vostro. Non avete la funzione della smartcover, quindi niente orologio in pratica, però personalmente ne posso fare abbondantemente a meno ed anzi la preferisco così. Prezzo? 3,99 euro su Amazon, attenti però che si tratta di un prodotto plus.

DSC01506

Recensione: Aukey 3600mAh External Battery

DSC01506Il mondo dei powerbank è in continua evoluzione e si sta cercando di ottenere sempre più performance con uno spessore e delle dimensione sempre più ridotte. Fra queste aziende troviamo Aukey, che ha realizzato un prodotto simile con ben 3600mAh di capienza.

DSC01507Confezione:

All’interno della confezione, molto piccola e compatta, troveremo la nostra batteria esterna, una simpatica ventosa (simbolo dell’azienda), un cavo microUSB ed una sacchetto in tessuto in cui riporla. Una dotazione completa e non tanto scontata in questa fascia di prezzo.

DSC01509Design e dimensione:

Parliamo di uno dei suoi punti di forza, le dimensioni. Con misure pari a 16,2 x 8 x 2 cm ed un peso di soli 82 grammi ci permette di avere in tasca senza nemmeno sentirla una batteria dalla grande capienza e dalle ottime prestazioni. Costruita in maniera impeccabile, risulta solida, compatta e bella robusta, insomma non potete non innamorarvene.

Hardware:

Viene consigliato un alimentatore da almeno 2A per la ricarica, così da ottimizzare e completare il processo in circa 3-4 ore. In uscita invece viene erogata corrente a 1.5A con la tecnologia AI Power in grado di capire di che dispositivo si tratta e di modulare, per non rovinarlo, la corrente in ingresso. Ricarica tranquillamente da 0 a 100 un LG G3 in circa 2.30/3 ore, non un risultato eccezionale se vogliamo, ma comunque buono specie rapportato al tipo di prodotto in questione.

Videorecensione:

DSC01508Conclusioni:

Con “soli” 13,99 euro vi portate a casa questa ottima batteria esterna di cui ora non posso più fare a meno. La trovo geniale e vista la sua grande capacità mi permette di caricare il mio smartphone qualora non tornassi a casa la sera. Come si suol dire un Must Have, consigliatissima.

DSC01390

Recensione: Honor 3C

DSC01390Dopo averne visto l’unboxing ed il test della fotocamera, oggi andremo ad analizzare in maniera più approfondita Honor 3C, uno smartphone Android che si pone nella fascia bassa di mercato ma che è tutto tranne che uno smartphone di questo segmento di mercato.

DSC01391Confezione:

All’interno della confezione troviamo una dotazione standard, a differenza di altri prodotti Honor non abbiamo nessun tipo di pellicola. A questo giro si è andati un po’ al risparmio.

DSC01389Design e dimensione:

Con dimensioni pari a 139.5 x 71.4 x 9.2 mm questo smartphone si propone in maniera abbastanza comoda. Il display non propriamente piccolo ne penalizza in piccola parte l’uso con una sola mano che nonostante tutto è comunque possibile nei limiti della fisica. Forse si poteva fare qualcosa di meglio nelle cornici laterali, un po’ troppo ingombranti. Pesa 140 grammi, nella norma.

Nel complesso il design è abbastanza anonimo, per nulla ricercato come magari su Honor 6 e molto molto cheap. Peccato per le plastiche che trattengono fin troppe ditate.

DSC01387Hardware:

A bordo abbiamo il processore Mediatek MT6582 quad-core da 1,3 GHz coadiuvato da 2GB di memoria RAM e da una GPU Mali-400  che garantiscono ottime prestazioni ed a differenza della concorrenza il gigabyte di RAM in più si sente nell’utilizzo quotidiano. La memoria intera è da 8GB espandibile tramite microSD fino a 32 Gb.

Anteriormente abbiamo un display da 5 pollici HD (1280×720 pixel) LCD che offre una buona resa dei colori e che nel complesso si comporta anche bene sotto la luce diretta del sole. La bassa risoluzione, a mio parere, su questa diagonale è ancora più che accettabile.

Presente il Wifi a/b/g/n, Bluetooth 4.0, A-GPS e supporto dual SIM. La ricezione è molto buona così come per ogni prodotto Huawei di cui non mi sono mai potuto lamentare, idem il Wifi.

Fotocamera:

Come detto nel test fotografico le fotografie sono buone per la categoria anche se ogni tanto qualche problema di sovraesposizione si mostra.

DSC01388Software:

Ahimè Huawei qui è ancora indietro. Siamo con la Emotion UI 2.0 ed Android Jelly Bean 4.2.2 che seppur ci permetta di avere delle ottime prestazioni risulta datato e, in questa versione modificata, troppo caotico e giocattoloso. Mi piacerebbe vedere la nuova UI 3.0, quella di Mate 7, così da avere anche un sistema più snello e consolidato come Android Kitkat 4.4.

Tante le personalizzazioni così come le applicazioni interessanti ed utili. Purtroppo, come già detto, un po’ troppo caotico il tutto.

Autonomia:

Con un modulo removibile da 2300mAh questo smartphone non mi ha creato alcun tipo di problema nel completare la mia giornata classica anche con due SIM inserite al suo interno. Abbiamo circa una stima di 3,30/4 ore di schermo il che non è affatto male.

Videorecensione:

Conclusioni:

Per concludere questo dispositivo è veramente ottimo specie se pensiamo che viene venduto a 139 euro. Peccato per il software ed il design forse gli unici grandi difetti di quest’ottimo smartphone.

Recensione: HTC Desire 820

DSC01382Dopo averlo provato per diversi giorni, averne fatto l’unboxing e testata la fotocamera, quest’oggi possiamo dirvi qualcosa in più riguardo HTC Desire 820, un phablet Android di fascia media nonché l’evoluzione del Desire 816.

DSC01381Confezione:

Amo il cartonato di HTC. Non so come spiegarvelo ma c’è qualcosa che le rende speciali seppur il contenuto non sia per nulla esaltante e fuori dalla norma. Peccato per l’assenza di un auricolare di ottima fattura (insomma quello incluso con HTC One M8 ad esempio), sostituito da uno di medio livello e pur nulla comodo.

DSC01385Design e dimensione:

Lo smartphone misura 157.7 x 78.74 x 7.74 mm con un peso complessivo di circa 155 grammi. Il design è il medesimo del prodotto precedente, con la semplice modifica dell’ottica esterna della fotocamera, niente di più. Seppur personalmente apprezzi questo design, lo trovo abbastanza anonimo, troppo identico al predecessore e l’obiettivo della fotocamera troppo stonato con tutto il resto. Ah ovviamente non mancano le grandi cornici, a cui HTC ormai ci ha abituato e di cui non può farne a meno.

Seppur gradevole dal punto di vista estetico, lo smartphone essendo realizzato in plastica risulta troppo scivoloso ed affezionato alle ditate (vi consigliamo la versione bianca per ovvi motivi).

DSC01384Hardware:

Dal punto di vista hardware abbiamo finalmente delle modifiche rispetto al predecessore. A bordo abbiamo il nuovo processore Qualcomm SnapDragon 615 octa-core a 64Bit, in grado di arrivare fino ad una frequenza di clock di 1,5 Ghz per 4 core e di 1 GHz per i rimanenti 4. Il tutto è coadiuvato da 2 GB di memoria RAM, 16 GB di memoria intera espandibile tramite microSD. A livello prestazionale non ho mai avuto problemi; il nuovo processore di Qualcomm deve ancora essere affinato per bene (vedi consumi), ma nel complesso è un ottimo processore anche se nella medesima fascia tendo ancora a preferire l’ormai eterno SnapDragon 400.

Frontalmente abbiamo un display da 5,5 pollici HD (1280×720 pixel) di tipo LCD e con 267 ppi. Seppur non sia risoluto come gli ultimi prodotti usciti sul mercato credo che la definizione sia comunque accettabile. I colori sono molto naturali e sotto la luce del sole non ho mai avuto problemi di visualizzazione.

Presente il Wifi a/b/g/n, Bluetooth 4.0, A-GPS e Glonass. Supporto alle reti LTE fino a 150Mbit in download e 50 in upload. Nel complesso la ricezione è ottima, come da tradizione HTC. Mai avuto un problema e switch fra reti 2G e 3G molto molto rapido.

DSC01383Fotocamera:

Come detto nel test fotografico il sensore posteriore è da 13 megapixel e seppur sia coadiuvato da un software abbastanza completo, offre, in modalità automatica, degli scatti non sempre eccezionali e che spesso sono sovraesposti. Idem per la camera anteriore. Per ogni informazione vi rimando al test dedicato che trovate sul sito.

Software:

Potrebbe essere l’unico motivi per cui acquistare questo prodotto. Ammetto di essere di parte, ma la Sense è l’interfaccia proprietaria più completa, più veloce, più gradevole e più qualsiasi altro aggettivo vi possa venire in mente. Si tratta di uno dei vanti dell’azienda di cui giustamente bisogna fare sfoggio. Semplicemente sensazionale.

Autonomia:

Il modulo integrato è da 2600 mAh. Si vi porta a sera con un uso classico, ma mi riservo ancora qualcosa riguardo il processore. Mi spiego meglio: in fase di utilizzo consuma, quasi più del normale, mentre in stand-by è come se quasi fosse ibernato. Diciamo che nel complesso è un’ottimo compromesso se non fosse per il surriscaldamento leggero che si ha nel retro quando lo si utilizza.

Videorecensione:

DSC01382Conclusioni:

Dire che non si tratti di un buon prodotto sarebbe un’eresia. HTC purtroppo però pecca ancora in alcuni campi in cui è ormai recidiva, la fotocamera e l’ottimizzazione degli spazi. Ad un prezzo che varia tra i 330 e 370 euro, è un buon prodotto, ma ci sono altre valide alternative con parecchi euro in meno (vedi Huawei G7). Se siete amanti della Sense e volete uno smartphone che non ha praticamente nessuno ok fa per voi, ma guardate bene anche il suo predecessore, costa meno, è praticamente identico e secondo me ha una fotocamera migliore.

Page 1 of 11

Adattato da Marco Stoduto